Casa D'epoca (1700) Centro Storico

Torino

 -  APPARTAMENTO   Affidabilità Top

Inserisci le date per conoscere prezzo e disponibilità:

Attendere...
Pagamento con Visa, MasterCard o PostePay

Prenota Sicuro con la Garanzia Antitruffa

21 persone hanno visto questo annuncio nell'ultima settimana. Prenota Ora!
Mattia I.

Mattia I.

Iscritto da:
Ottobre 2014
  • Lingue:
  • Tasso di risposta: 96%
  • Velocità di risposta: entro poche ore
 Prenotando con CaseVacanza.it sei al sicuro
  • Cos’è la prenotazione online?

    La prenotazione online è uno strumento che ti permette di prenotare un annuncio direttamente sul nostro portale pagando solo una parte dell’importo totale (caparra) nel momento della prenotazione e il saldo all’arrivo.

  • In cosa consiste la garanzia antitruffa?

    CaseVacanza.it e AvaiBook custodiscono l’importo dell’anticipo pagato da te al momento della prenotazione, fino a 48 ore dopo il check in presso la struttura ricettiva. In questo modo avrai la garanzia che la tua caparra sarà sempre protetta.
    Questo sistema ha due caratteristiche principali:

    • Il Pagamento della caparra deve avvenire sulla piattaforma usando una carta di credito;
    • Il tuo pagamento è sempre al sicuro: CaseVacanza.it e AvaiBook ti restituiscono il denaro versato in caso di frode e in caso di annullamento entro i termini stabiliti dal proprietario.
  • Cosa devo fare per essere sempre garantito da CaseVacanza.it?

    Per essere sempre garantito devi effettuare il pagamento direttamente sul nostro sito.
    Per gli annunci distinti con il bollino evita di:

    • Scambiare il numero di telefono, email o qualsiasi altro contatto con il proprietario prima di fare la prenotazione sulla piattaforma;
    • Fare pagamenti al di fuori di CaseVacanza.it

    Una di queste azioni comporterebbe la perdita della garanzia e sicurezza che CaseVacanza.it ti offre.
    NON possiamo proteggere il tuo pagamento se non paghi online via CaseVacanza.it.

  • Cosa succede se non posso entrare nell’alloggio?

    Dovrai contattarci durante le 24 ore successive alla data del check in indicata nella conferma di prenotazione per sporgere il tuo reclamo.
    Se arrivi al luogo indicato dal proprietario e l’alloggio non esiste o non puoi accedervi, CaseVacanza.it e il suo partner tecnologico AvaiBook ti restituiranno i soldi della caparra.

Per dubbi o domande puoi scriverci a info@casevacanza.it o chiamaci al (+39)02/37058201
  • Numero occupanti2
  • Occupanti extra1
  • Letti singoli2
  • Letti doppi1
  • Camere letto1
  • Locali1
  • Superficie (m²)30
  • Bagni1
  • TipologiaAppartamento
  • Riferimento1853481

Descrizione Casa d'epoca (1700) centro storico

Piccolo appartamento nel cortile di un palazzo secentesco progettato dall'architetto Juvarra nel pieno centro storico di Torino detto Quadrilatero Romano. E'stato completamente ristrutturato nel 2009 per sfruttare appieno lo spazio ed in soli 30 mq si sviluppa in due ambienti: l'ingresso, dal cortile, si apre sul cucinino (completamente attrezzato), a fianco il bagno con doccia a livello del pavimento e infine il soggiorno con parquet in bambù e soppalco in legno, per sfruttare l'alto soffitto a volta, su cui vi è un letto matrimoniale. Sotto, il divano letto di fronte ad un'ampia finestra di circa due metri.
Ha il vantaggio di essere situato nelle vicinanze delle maggiori attrazioni turistiche, raggiungibili a piedi, e all'area pedonale di via Garibaldi, la più famosa via commerciale, insieme a via Roma, di Torino.
La zona è fiorente di locali notturni, ristoranti, bar e, nelle sere del fine settimana viene chiusa al traffico. A poco più di 500 mt si apre il mercato all'aperto più grande d'Europa, il mercato di Porta Palazzo.
Per chi arriva in macchina vi è la possibilità di parcheggiare l'auto nel parcheggio sotterraneo APCOA PARKING di Piazza Emanuele Filiberto a circa 400 mt.



Il Quadrilatero Romano è una zona molto vantaggiosa come punto di partenza per visitare Torino principalmente perché nel centro si raggruppano le maggiori attrazioni turistiche e perché tutte sono raggiungibili in poco tempo a piedi agevolmente grazie alle zone pedonali. Da via Garibaldi (la prima via pedonale di Torino e la più famosa via commerciale), a 20 metri dal mio appartamento, partendo da piazza Statuto, è possibile raggiungere la stazione di Porta Nuova a piedi esclusivamente tramite aree pedonali attraversando piazza Castello e percorrendo, a scelta, via Roma (altra famosa via commerciale) sotto i portici per imbattersi in Piazza San Carlo (il cosiddetto "salotto di Torino" anch'essa pedonale) o le due vie pedonali di recentissima istituzione Lagrange e Carlo Alberto, all'inizio della quale sorge il Mueso Egizio (il secondo al mondo dopo quello del Cairo).
In piazza della Rebubblica, detta Porta Palazzo per via della Porta Palatina, vestigia di una delle quattro che circondavano l'insediamento romano, ha luogo tutte le mattine e il sabato tutto il giorno l'omonimo mercato (il più grande mercato aperto d'Europa) dove si dividono varie arree: una zona dedicata al mercato ortofrutticolo tradizionale, un'altra alla vendita dei proddotti dei contadini coltivati nelle campagne della cintura di Torino, due mercati coperti per carne e gastronomia, un'intero edificio dedicato alla vendita del pesce fresco e una per la vendita di abbigliamento.
Anche la Mole Antonelliana si raggiunge facilmente da piazza Castello, a piedi, sotto i portici di via Po. In questo caratteristico edificio, simbolo di Torino, inizialmente commissionato all'architetto Antonelli dalla comunità ebraica per essere una sinagoga ha sede il Museo del Cinema (poiché in Italia il Cinema è nato a Torino).
Alla fine di via Po c'è la vasta e ariosa piazza Vittorio Veneto (la più grande piazza porticata senza monumenti d'Europa) dalla quale si apre un l'incantevole panorama della collina di Torino con, in primo piano, la Chiesa della Gran Madre e, più in alto, il convento dei frati Cappuccini (Monte dei Cappuccini). Tra piazza Vittorio e la Gran Madre, collegate dal ponte Vittorio Emanuele I, c'è il Po e la famosa passeggiata sul fiume chiamata Murazzi del Po (fino a pochi anni fa uno dei ritrovi della movida notturna, pullulante di locali notturni e attualmente in progetto di riavvio) da dove partono i due battelli Valentino e Valentina (sui quali è possibile, prenotando, pranzare o cenare) che costeggia il Parco Fluviale del Valentino fino quasi a Moncalieri e ritorno.



Adiacente al Quadrilatero Romano vi è il già menzionato Borgo Dora dove tutti i sabati ha luogo il mercato delle pulci del Balôn e ogni seconda domenica del mese il mercato dell'antiquariato Gran Balôn. Negozi di antiquariato e rigattieri, piccoli bar con tavolini costellano le piccole viuzze ciotolate. Borgo Dora è una zona molto caratteristica, fatta di edifici risalenti al '600, luogo della prima industria manifatturiera Torinese, chiamata anche Balôn per antonomasia dato che qui si svolsero alla fine del '700, le prime esperienze di volo aerostatico, giusto 6 mesi dopo quelle dei fratelli Montgolfier. E proprio in onore di questo fatto da un paio d'anni è stato intallato un aerostato che ospita fino a 30 persone, l'HiFlyer, che sale fino a 150 metri d'altezza, assicurato al suolo da un cavo d'acciaio mosso da un motore elettrico, fornendo una vista mozzafiato di Torino. Nel piazzale di fronte all'aerostato sorgono gli edifici dell' ex arsenale militare (dove ora ha sede la scuola Holden di Baricco) e l'ex polveriera, ora sede del Sermig, l'opera caritatevole di Ernesto Oliviero, l'Arsenale della Pace, aperto al pubblico. Sempre in quest'area è accessibile il Cortile del Maglio, l'area dell'ex arsenale dove era posto l'enorme maglio con cui veniva battuto l'acciaio incandescente, il cui braccio è ancora posto al centro di questo cortile circondato da negozietti, un ristorante libanese e un bar cubano.


Consigli e attività

Il Quadrilatero Romano è una zona molto vantaggiosa come punto di partenza per visitare Torino principalmente perché nel centro si raggruppano le maggiori attrazioni turistiche e perché tutte sono raggiungibili in poco tempo a piedi agevolmente grazie alle zone pedonali. Da via Garibaldi (la prima via pedonale di Torino e la più famosa via commerciale), a 20 metri dal mio appartamento, partendo da piazza Statuto, è possibile raggiungere la stazione di Porta Nuova a piedi esclusivamente tramite aree pedonali attraversando piazza Castello e percorrendo, a scelta, via Roma (altra famosa via commerciale) sotto i portici per imbattersi in Piazza San Carlo (il cosiddetto "salotto di Torino" anch'essa pedonale) o le due vie pedonali di recentissima istituzione Lagrange e Carlo Alberto, all'inizio della quale sorge il Mueso Egizio (il secondo al mondo dopo quello del Cairo).
In piazza della Rebubblica, detta Porta Palazzo per via della Porta Palatina, vestigia di una delle quattro che circondavano l'insediamento romano, ha luogo tutte le mattine e il sabato tutto il giorno l'omonimo mercato (il più grande mercato aperto d'Europa) dove si dividono varie arree: una zona dedicata al mercato ortofrutticolo tradizionale, un'altra alla vendita dei proddotti dei contadini coltivati nelle campagne della cintura di Torino, due mercati coperti per carne e gastronomia, un'intero edificio dedicato alla vendita del pesce fresco e una per la vendita di abbigliamento.
Anche la Mole Antonelliana si raggiunge facilmente da piazza Castello, a piedi, sotto i portici di via Po. In questo caratteristico edificio, simbolo di Torino, inizialmente commissionato all'architetto Antonelli dalla comunità ebraica per essere una sinagoga ha sede il Museo del Cinema (poiché in Italia il Cinema è nato a Torino).
Alla fine di via Po c'è la vasta e ariosa piazza Vittorio Veneto (la più grande piazza porticata senza monumenti d'Europa) dalla quale si apre un l'incantevole panorama della collina di Torino con, in primo piano, la Chiesa della Gran Madre e, più in alto, il convento dei frati Cappuccini (Monte dei Cappuccini). Tra piazza Vittorio e la Gran Madre, collegate dal ponte Vittorio Emanuele I, c'è il Po e la famosa passeggiata sul fiume chiamata Murazzi del Po (fino a pochi anni fa uno dei ritrovi della movida notturna, pullulante di locali notturni e attualmente in progetto di riavvio) da dove partono i due battelli Valentino e Valentina (sui quali è possibile, prenotando, pranzare o cenare) che costeggia il Parco Fluviale del Valentino fino quasi a Moncalieri e ritorno.



Adiacente al Quadrilatero Romano vi è il già menzionato Borgo Dora dove tutti i sabati ha luogo il mercato delle pulci del Balôn e ogni seconda domenica del mese il mercato dell'antiquariato Gran Balôn. Negozi di antiquariato e rigattieri, piccoli bar con tavolini costellano le piccole viuzze ciotolate. Borgo Dora è una zona molto caratteristica, fatta di edifici risalenti al '600, luogo della prima industria manifatturiera Torinese, chiamata anche Balôn per antonomasia dato che qui si svolsero alla fine del '700, le prime esperienze di volo aerostatico, giusto 6 mesi dopo quelle dei fratelli Montgolfier. E proprio in onore di questo fatto da un paio d'anni è stato intallato un aerostato che ospita fino a 30 persone, l'HiFlyer, che sale fino a 150 metri d'altezza, assicurato al suolo da un cavo d'acciaio mosso da un motore elettrico, fornendo una vista mozzafiato di Torino. Nel piazzale di fronte all'aerostato sorgono gli edifici dell' ex arsenale militare (dove ora ha sede la scuola Holden di Baricco) e l'ex polveriera, ora sede del Sermig, l'opera caritatevole di Ernesto Oliviero, l'Arsenale della Pace, aperto al pubblico. Sempre in quest'area è accessibile il Cortile del Maglio, l'area dell'ex arsenale dove era posto l'enorme maglio con cui veniva battuto l'acciaio incandescente, il cui braccio è ancora posto al centro di questo cortile circondato da negozietti, un ristorante libanese e un bar cubano.

Servizi
  • Cucina
  • Internet
Caratteristiche
  • Per famiglie e bambini