Cosa fare, cosa vedere: consigli per visitare Calabria Costa Tirrenica

La Costa Tirrenica della Calabria si snoda tra calette, spiagge da cartolina e borghi caratteristici. Dell'itinerario fanno parte alcune delle località costiere più famose per la bellezza del paesaggio di tutta la regione.

La Riviera dei Cedri si chiama così per la coltivazione di cedri sul territorio. La prima località che si incontra è Praia a Mare, nel parco nazionale del Pollino, famosa per le particolari spiagge di sabbia scura e il mare trasparente. Altre tappe da non perdere sono l'Isola Dino con le sue grotte, Scalea, con un centro storico caratteristico e un bel lungomare, Diamante, ricca di negozietti e famosa per i murales del centro storico. Nel tratto tra Amantea e Belmonte si possono ammirare i due scogli d'Isca dove c'è anche l' “Oasi blu degli scogli di Isca” del WWF, un paradiso per le immersioni.

Proseguendo lungo la Costa Tirrenica della Calabria si arriva alla Costa degli Dei, in provincia di Vibo Valentia: 55 km di costa con calette e spiagge bianche, dove sorgono veri e propri luoghi incantevoli come Pizzo Calabro, la caraibica Tropea, famosa anche per il pesce e la cipolla tipica; Capo Vaticano, considerata tra le migliori spiagge del mondo, Grotticella e i suoi fondali.

Infine, la parte più a sud della Costa tirrenica della Calabria è la Costa Viola: si chiama così perchè il mare assume una colorazione quasi violacea in alcune ore della giornata. Tra i luoghi più affascinanti: Monte Sant'Elia, il borgo Palmi con il sito archeologico risalente al neolitico, Bagnara Calabra e Scilla,reso famoso da Omero, oggi borgo di pescatori famoso anche per la pesca del pesce spada e per il panorama incantevole.

La Costa Viola
Un ambiente magnifico accoglie chi visita la punta meridionale della Calabria: dai litorali della Costa Viola – tra Palmi e Villa San Giovanni – si sale fino alle vette dell’Aspromonte che, con la cima del Montalto, raggiungono i 1955 m di altitudine.

È tra i più spettacolari paesaggi marini che regala la Calabria. Così chiamata per l’incredibile colore delle sue acque, la Costa Viola si snoda da capo Barbi a Villa San Giovanni, centro completato dalla frazione di Cannitello, lungo il litorale tirrenico.
I crinali impervi del massiccio montuoso da cui è dominata precipitano direttamente in mare: alti fino a 700 m, i bastioni sono interrotti solo da fratture geologiche e da canaloni di brevi torrenti. Palmi, Bagnara Calabra e Scilla sono i centri principali, rinomati per la pesca del pesce spada e per le belle spiagge, sempre affollate d’estate, come quelle di Cannitello che annunciano Villa San Giovanni e Reggio di Calabria.

Sabbia, ghiaia e roccia si alternano lungo questo litorale, dotato di attrezzature turistiche e di soggiorno, campeggi e villaggi. Più tranquilla è Scilla, tra i centri più caratteristici della costa, vero e proprio belvedere sul mare dove si dispiega il lungo arenile ghiaioso: è il luogo del mito omerico, dove si annidava il mostro che, dall’alto della rupe, assaliva le navi di passaggio in viaggio nello Stretto. Ma Scilla è anche il paradiso della subacquea, con siti d’immersione sia per principianti sia per sommozzatori esperti.

Fitta macchia mediterranea e distese di ginestre ricoprono le pareti a strapiombo, in alcuni tratti modellate a gradoni dal lavoro secolare dei contadini. Il paesaggio mozzafiato è reso ancora più suggestivo dalla vista dello Stretto di Messina e delle isole Eolie che si stagliano all’orizzonte.


Mare trasparente e miraggi di terra
Le correnti dello Stretto di Messina rendono limpide e trasparenti le acque di tutta la Costa Viola e soprattutto di Scilla, protesa sullo Stretto. In queste acque, la pesca del pesce spada è praticata da più di 2000 anni: la rupe di Scilla e le alture limitrofe erano le postazioni ideali per avvistare il pesce e dall’alto la vedetta lo segnalava con urla e bandiere ai compagni che costeggiavano le rive sulle barche. Ma ben altre visioni attendono su questo mare. Sulla costa reggina dello Stretto, in giornate molto calde e con aria e mare calmi, si può verificare uno strano fenomeno di miraggio, la cosiddetta ‘fata morgana’, che dà l’impressione di un avvicinamento della costa sicula, i cui edifici prospettano in mare o nell’aria con immagini stranamente deformate, simulando città fantastiche o addirittura schiere di uomini in moto.

Stupende sfumature violacee assumono le ombre dei monti circostanti riflesse nel mare di Bagnara Calabra, ridente cittadina costiera in un’ampia insenatura resa ancor più attraente dai colori che assume il Tirreno presso la sua costa.
Impossibile rimanere insensibili alle numerose risorse che questo piccolo angolo di Mediterraneo offre a livello turistico e culturale, come l’antica torre (nella foto in alto) di capo Rocchi o le chiese delle due Confraternite (del Rosario e del Carmine).


Cultura e tradizioni
La Magna Grecia ha lasciato numerose vestigia su questa terra, arricchendo i musei dove il visitatore può approfondire la conoscenza del passato. Di eccezionale importanza è il Museo archeologico nazionale di Reggio di Calabria che, una volta concluso il riallestimento, sarà uno straordinario concentrato di collezioni tra le più importanti dell’Italia meridionale. Fiore all’occhiello dell’esposizione sono i celeberrimi Bronzi di Riace, emersi dal mare antistante la costa di Riace Marina nel 1972: si tratta di originali greci raffiguranti due guerrieri, realizzati – secondo un’ipotesi molto discussa dagli studiosi e indimostrabile – dal grande Fidia. I Bronzi sono esempio unico al mondo del livello raggiunto dall’arte greca nel V secolo a.C.

“Il più bel chilometro d’Italia” così Gabriele D’Annunzio ha soprannominato il lungomare verdeggiante di piante tropicali di Reggio di Calabria. Adagiata alle estreme propaggini dell’Aspromonte, lungo le sponde orientali dello Stretto di Messina, la città fu fondata nell’VIII secolo a.C. ed ebbe grande fortuna nel periodo magnogreco, ma anche in quello romano e bizantino, come testimoniano i resti della cinta muraria del IV secolo a.C. e quelli delle terme romane. A demolire le antiche costruzioni è stato il terremoto che colpì Messina il 28 dicembre 1908. Oggi il capoluogo, dall’aspetto moderno e funzionale, con un impianto urbanistico a scacchiera, ospita l’imponente castello aragonese del XV secolo, la chiesa degli Ottimati in stile tardo-bizantino e il Duomo, l’edificio sacro più ampio della regione, costruito in stile neoromanico negli anni Trenta del Novecento.


Il polmone verde della Calabria
È l’ultimo tratto delle Alpi Calabresi, termine con cui i geologi indicano il complesso montuoso formato dalla Sila, dalle Serre e dall’Aspromonte, per sottolineare che queste montagne, costituite da rocce cristalline (principalmente graniti), si differenziano dall’Appennino per origine e geologia. Enorme piramide di roccia tra due mari sui quali precipita, l’Aspromonte si eleva fino ai 1955 m del Montalto, la cima più elevata, da cui è possibile vedere lo Stretto di Messina. Le fiumare dell’Aspromonte, che sboccano in mare, hanno letti ampi formati da detriti e sono asciutti per quasi tutto l’anno, salvo riempirsi con pericolose esondazioni durante le piogge invernali.

Tipica dell’Aspromonte è la presenza delle ‘pietre’, enormi monoliti alti oltre 100 m. Il Parco nazionale dell’Aspromonte, istituito nel 1994, ospita una vegetazione ricca e molto variegata, grazie al clima che, da mite sulla costa, diventa più rigido ad alta quota. Protette dalla fitta vegetazione, nel parco vivono poi diverse specie di uccelli, tra cui il picchio nero, l’aquila reale (di recente tornata a nidificare nella zona) e il gufo reale; qui trovano rifugio anche lupi e gatti selvatici.

Calabria Costa Tirrenica: Dove dormire

Mappa
Appartamento nel centro storico di Diamante
PRENOTA
Appartamento nel centro storico di Diamante Villa · Diamante
Bagni: 1 · Posti letto: 2 + 2
da 30€ a notte
Meravigliosa villetta con giardino, gazebo e barbecue
PRENOTA
Meravigliosa villetta con giardino, gazebo e barbecue Appartamento · Briatico
Bagni: 1 · Posti letto: 6
da 80€ a notte
Appartamento a Camigliatello Silano I due Pini con giardino
PRENOTA
Appartamento a Camigliatello Silano I due Pini con giardino Appartamento · Camigliatello Silano
Bagni: 1 · Posti letto: 2 + 3
da 50€ a notte
Splendida villa con panorama mozzafiato
PRENOTA
Splendida villa con panorama mozzafiato Villa · Capo Vaticano
Bagni: 3 · Posti letto: 6 + 2
da 130€ a notte
Villa a Capo Vaticano,immersa nel verde,vicino al mare.
PRENOTA
Villa a Capo Vaticano,immersa nel verde,vicino al mare. Villa · Capo Vaticano
Unità abitative: 2 · Posti letto: 5
da 29€ a notte
Appartamento sul mare Gizzeria Lido/Falerna
PRENOTA
Appartamento sul mare Gizzeria Lido/Falerna Appartamento · Gizzeria Lido
Bagni: 1 · Posti letto: 1 + 3
da 25€ a notte
Chalet/Baita a Rogliano
PRENOTA
Chalet/Baita a Rogliano Chalet/Baita · Rogliano
Bagni: 1 · Posti letto: 2 + 2
da 80€ a notte
Cava vacanza nell'antico borgo dei pescatori di Tropea
PRENOTA
Cava vacanza nell'antico borgo dei pescatori di Tropea Appartamento · Tropea
Bagni: 1 · Posti letto: 5
da 50€ a notte
Appartamento con vetrata sul mare
PRENOTA
Appartamento con vetrata sul mare Appartamento · Tropea
Bagni: 1 · Posti letto: 2 + 2
da 100€ a notte