Cosa fare, cosa vedere: consigli per visitare Puglia Gargano

Il Gargano, noto anche come Sperone d’Italia coincide con la parte settentrionale della Puglia in provincia di Foggia.

Nel suo territorio comprende il Parco Nazionale del Gargano, che custodisce anche le due lagune del lago di Lesina e lago di Varano.

Il Gargano è considerato una terra sacra, perchè la leggenda vuole che sul monte Sant'Angelo sia apparso dl'Arcangelo Michele. Di conseguenza ci sono molti itinerari della fede nella zona, tra Monte Sant'Angelo e Manfredonia.

Uno dei luoghi di fede più conosciuti è San Giovanni Rotondo, con la basilica di Padre Pio, realizzata su progetto di Renzo Piano e con sculture firmate da Arnaldo Pomodoro.

A chi ama il mare il Gargano offre splendide località costiere verso Vieste, Mattinata, Pugnochiuso, Baia delle Zagare, Peschici, Marina di Lesina e Rodi Garganico, solo per citarne alcune. Da visitare anche le isole Tremiti un paradiso per gli amanti di mare e immersioni.

Un altro aspetto caratteristico del Gargano sono le grotte: si contano centinaia di cavità naturali. Tra le più famose ci sono la Grotta di Pian della Macina, a San Nicandro Garganico, la grava di Zazzaro nell'area di San Marco, la grotta dei Pilastri a Rignano Garganico, la Grotta dell'Angelo a San Nicandro Garganico con all'interno pitture rupestri del Paleolitico e la Grotta di San Michele Arcangelo tra Cagnano Varano e Monte Sant'Angelo. 

Infine, i siti archeologici: Avicenna, Carpino, San Nicandro Garganico, fra necropoli e testimonianze di civiltà antichissime.

Cosa mangiare: gusti e sapori locali

Gargano, sintesi di sapori

Straordinaria sintesi di paesaggi e sapori, il Gargano si alza sulla pianura in due successivi gradini, protendendosi nell’Adriatico con coste alte e rocciose scandite a oriente da pittoresche insenature. La montagna carsica punteggiata da doline e inghiottitoi; la foresta di faggi, pini, aceri, carpini; la più bassa cornice di ulivi e carrubi, fichi d’India, vigne e agrumeti; i paesi arrampicati sulla costa scoperta prima dalla sociologia che dal turismo; il Gargano, il cui ‘equivalente’ in termini di tipicità gastronomica sono agrumi e formaggi, fave, olio e anguille. Fichi d'India del Gargano

Si parte da Manfredonia, come a dire dalla cucina costiera di pesce e dai trabucchi, capanni per la pesca con la bilancia che fungono talvolta da trattorie: dunque orate, seppie, sarde e pesci marinati, ma anche olio extravergine di oliva (Dauno Dop menzione geografica Gargano), dolce, dal fruttato tenue di oliva con profumi di pomodoro, carote gialle, fichi d’India, mozzarelle. L’altra faccia del Gargano si scopre presto deviando verso l’interno per Monte Sant’Angelo, famoso per il santuario di S. Michele Arcangelo e la tomba di Rotari.

Tra le specialità locali, il pane di Monte Sant’Angelo, le cui grandi forme si vedono agganciate e appese fuori da alcune panetterie del paese, l’olio, il sedano, i cavallucci di caciocavallo, le carni suine e dolci quali le ‘copate’, i tarallucci, le ostie ripiene. Carni e latte rimandano a razze autoctone: la capra Garganica, che bruca libera nei pascoli più aridi, e la vacca Podolica dalle larghe corna dal cui latte si produce uno straordinario caciocavallo che stagiona anche cinque o sei anni. L’esplorazione dell’interno può proseguire per San Giovanni Rotondo, immersa tra mandorli e vigne, o tagliare verso il silenzio e le ombre della Foresta Umbra.

Lungo costa, si prosegue invece per Mattinata, la baia delle Zàgare, Pugnochiuso fino a Vieste, pittoresco paese di case bianche, vicoli e scalinate su un promontorio roccioso tra due lunghe spiagge di sabbia. A Pèschici, pittoresco sulla rupe, e a Rodi Gargànico c’è abbondanza di pesce e di frutta, fichi, carrube, fichi d’India ma soprattutto agrumi, arance (del Gargano Igp), limoni (Femminiello del Gargano Igp), mandarini, dai quali derivano ottimi liquori, marmellate e caramelle.

Una breve deviazione porta a Ischitella (per un assaggio dell’appetitoso ‘calzonefarcito di uva passa, acciughe salate e cipollotti) e approssimandosi al lago di Varano a Carpino, in cui si seminano e raccolgono le fave più apprezzate della Puglia. Più avanti, Lèsina trae dal suo grande stagno costiero di acque salate e poco profonde una cospicua pesca di anguille, che vi entrano come avannotti dal mare. Le anguille si fanno poi ‘alla scapece’, a pezzi, infarinate e fritte in olio d’oliva, conservate sott’aceto in barattoli di vetro. Da queste zone di lagune salmastre viene anche la singolarità della salicornia, pianta di palude dai piccoli fusti carnosi che vengono bolliti in aceto, aromatizzati e posti sott’olio.


Puglia Gargano: Dove dormire

Mappa
VIESTE - VACANZE RELAX IN CAMPAGNA
PRENOTA
VIESTE - VACANZE RELAX IN CAMPAGNA Appartamento · Vieste
Bagni: 1 · Posti letto: 4
da 40€ a notte
Appartamenti con parcheggio a Vieste
Appartamenti con parcheggio a Vieste Appartamento · Vieste
Unità abitative: 3 · Posti letto: 2
da 100€ a notte
Appartamento a Vieste
PRENOTA
Appartamento a Vieste Appartamento · Vieste
Bagni: 1 · Posti letto: 2
da 45€ a notte
Appartamento a Vieste
Appartamento a Vieste Appartamento · Vieste
Bagni: 1 · Posti letto: 4
da 45€ a notte
Appartamento 50 mt dal mare
PRENOTA
Appartamento 50 mt dal mare Villa · Vieste
Bagni: 1 · Posti letto: 4
da 43€ a notte
Villetta a 700 mt dal mare
PRENOTA
Villetta a 700 mt dal mare Villa · Vieste
Bagni: 2 · Posti letto: 6
da 100€ a notte
Casa Panoramica e tranquilla
PRENOTA
Casa Panoramica e tranquilla Appartamento · Rodi Garganico
Bagni: 2 · Posti letto: 5 + 1
da 70€ a notte
Appartamento in nobile residenza
PRENOTA
Appartamento in nobile residenza Villa · Mattinata
Bagni: 1 · Posti letto: 2 + 2
da 85€ a notte
CASA VACANZE DI LUSSO A 350 MT DAL MARE, CON GIARDINO E SPA
PRENOTA
CASA VACANZE DI LUSSO A 350 MT DAL MARE, CON GIARDINO E SPA Appartamento · Vieste
Bagni: 1 · Posti letto: 4
da 124€ a notte