Cosa fare, cosa vedere: consigli per visitare Gavi

Cortese è il nome del vitigno da cui si ricava il Gavi, il vino Docg prodotto in questa zona, e cortese è anche l’aggettivo adatto a definire un borgo così accogliente, che alla delicata bellezza del paesaggio abbina splendidi tesori architettonici, primo fra tutti l’imponente forte, e squisiti prodotti gastronomici.

Fortificato in età romana (il Portino è l’unica superstite delle quattro antiche porte di accesso al borgo), nel medioevo il paese appartenne a Tortona e poi ai Malaspina, finché non venne acquisito nel Duecento da Genova, che lo controllò per 600 anni, lasciando un’inconfondibile impronta nella struttura urbanistica e architettonica e negli usi e costumi della gente. Agli stessi genovesi si deve la costruzione, tra il Cinquecento e il Seicento, del maestoso forte, edificato su un preesistente castello medievale, che si erge su una rocca in posizione dominante sul borgo. A forma di poligono stellare, con sei bastioni che si protendono ad angoli acuti uniti tra loro da cortine, fu disarmato nella seconda metà dell’Ottocento e usato prima come carcere e poi, nelle due guerre mondiali, come campo di prigionia. Oggi il forte è adibito a struttura museale ed è in parte visitabile.

 

Da non perdere a Gavi 

Parrocchiale di S. Giacomo Edificata intorno al 1165 in stile romanico e rimaneggiata in epoca barocca, presenta un portale costruito in blocchi di arenaria, con strombatura formata da colonnine degradanti, adorno di rilievi (nell’architrave e nella lunetta è rappresentata l’Ultima Cena). All’interno, molto luminoso, si conservano opere importanti.

 

Di Gavi in Gavi

Manifestazione che a fine agosto celebra il prestigioso bianco piemontese e i prodotti locali: si percorrono le vie del centro, animate da sfilate in costume, e si entra nelle corti private per le degustazioni. Per l’occasione le cantine della zona sono aperte anche la sera.

 

Specialità gastronomiche

Oltre al vino, le eccellenze del territorio sono i ravioli e gli amaretti di Gavi, e la testa in cassetta di Gavi, insaccato di suino Presidio Slow Food.

 

Informazioni utili per visitare Gavi

 

Metri 233 • Abitanti 4500 • Torino 35 km • Ecotour Treno fino ad Arquata Scrivia

(www.trenitalia.com), da qui autobus (CIT, www.citnovi.it) • Info Ufficio Informazioni Turistiche presso municipio, via Mameli 44, tel. 0143642913, www.comune.gavi.al.it

Gavi: Dove dormire

Mappa
La Meirana
PRENOTA
La Meirana Agriturismo · Gavi
Unità abitative: 2 · Posti letto: 2
da 135€ a notte
La tana del Bianconiglio
PRENOTA
La tana del Bianconiglio Villa · San Cristoforo
Bagni: 1 · Posti letto: 3
da 45€ a notte
Castello di Tassarolo - OS Castle
PRENOTA
Castello di Tassarolo - OS Castle Appartamento · Tassarolo
Bagni: 2 · Posti letto: 4
da 180€ a notte
Il Vecchio Portico
PRENOTA
Il Vecchio Portico Agriturismo · Capriata d'Orba
Unità abitative: 2 · Posti letto: 2
da 100€ a notte
Ca' Mimia
PRENOTA
Ca' Mimia Agriturismo · Tagliolo Monferrato
Bagni: 2 · Posti letto: 4 + 2
da 140€ a notte
Un B&B immerso nel silenzio. Giardino e parcheggio privato
PRENOTA
Un B&B immerso nel silenzio. Giardino e parcheggio privato Bed and Breakfast · Garbagna
Unità abitative: 3 · Posti letto: 2
da 50€ a notte
Casa di campagna molto pratica e comoda
PRENOTA
Casa di campagna molto pratica e comoda Villa · Trisobbio
Bagni: 1 · Posti letto: 3 + 8
da 65€ a notte
CASA VACANZE IN BORGO MEDIEVALE MONFERRATO (MARE A UN PASSO)
PRENOTA
CASA VACANZE IN BORGO MEDIEVALE MONFERRATO (MARE A UN PASSO) Appartamento · Trisobbio
Bagni: 1 · Posti letto: 5
da 50€ a notte
Elsa Bed & Pets - grande casa 30 km da Genova
PRENOTA
Elsa Bed & Pets - grande casa 30 km da Genova Appartamento · Rossiglione
Bagni: 1 · Posti letto: 2 + 2
da 65€ a notte

Gavi: Luoghi nei dintorni che potrebbero interessarti