Come sanificare la tua casa vacanza in affitto - CaseVacanza.it base64Hash Come sanificare la tua casa vacanza in affitto - CaseVacanza.it

Come sanificare la tua casa vacanza in affitto

In qualsiasi momento
1 ospite
In qualsiasi momento
1 ospite

Con le vacanze segnate dal coronavirus alle porte, i proprietari hanno necessità di attuare una serie di misure per sanificare la casa vacanza in affitto.

Se sei un host di una casa vacanza, dovrai attuare alcune misure necessarie per adeguarti alle direttive nazionali e alle ordinanze regionali, e per offrire al turista un ambiente sicuro dove soggiornare.

In questo articolo ti vogliamo segnalare delle buone pratiche di base per disinfettare la casa e igienizzare gli ambienti. Niente di difficoltoso, bensì molto utile per offrire ai turisti un luogo accogliente e sanificato.

>> Qui puoi trovare alcuni suggerimenti sulle misure di sicurezza da mettere in atto nel tuo alloggio vacanz

Prodotti disinfettanti per la casa

Iniziamo da quelli che sono i prodotti che non dovrebbero mai mancare per igienizzare la propria casa e disinfettarla. Soprattutto quelli che sono stati identificati come efficaci nel debellare la presenza del virus. Parliamo dei prodotti disinfettanti a base alcolica (almeno col 70% di alcol contenuto, secondo l’ISS) e a base di cloro (ipoclorito di sodio, ovvero la candeggina o varechina, in soluzioni allo 0,1%, per evitare irritazione all’apparato respiratorio).

Questi prodotti sono adeguati nel trattamento delle superfici di passaggio che vengono frequentemente toccate con mani sporche o non igienizzate (maniglie, interruttori, chiavi di casa…). Non sono necessari per sanificare ogni superficie della casa.

Protezione personale: Da tenere a mente che si tratta di prodotti irritanti per la pelle, per cui è sempre necessario maneggiarli con dei guanti. Considerando poi, per quel che riguarda i prodotti a base di cloro, le giuste modalità di diluizione. Durante e dopo l'utilizzo, è bene tenere arieggiati gli ambienti sanificati. Puoi trovare approfondimenti a questo link.

Disinfettare il materasso

Un altro importante accorgimento per chi affitta case vacanza è quello di disinfettare il materasso. Come ogni host dovrebbe fare, è importante disinfettarlo ogni volta che giunge un nuovo ospite, specialmente in tempi segnati dal Covid-19.

Per questo tipo di materiali (come anche tappeti e moquette) che non possono essere lavati, è consigliato utilizzare elettrodomestici a vapore o a raggi UV per la sanificazione.

In commercio ne esistono vari modelli, da batti materasso con lampada UV a vaporelle verticali per tessuti, fino a vere e proprie lampade germicida, con funzionamento sempre a raggi UV. Tutti metodi efficaci per igienizzare i materassi e tutte le superfici difficilmente lavabili.

Nota importante: Queste sono soluzioni consigliate, tuttavia non garantiscono la rimozione del virus Covid-19. Questo perché molto dipende dai tempi di esposizione al vapore delle varie superfici, che devono essere ben precisi e standardizzati.

Disinfettare il bagno

Per quel che riguarda la sanificazione del bagno, si possono usare gli stessi igienizzanti che abbiamo visto essere consigliati per gli ambienti di passaggio, in soluzioni anche più concentrate (è indicato, per l’ipoclorito di sodio, una soluzione allo 0,5%).

Sanificare il climatizzatore

Si è discusso molto sul fatto che il condizionatore ad aria potesse veicolare la trasmissione del virus. In realtà, si tratta di una notizia non verificata, proprio perché i condizionatori split lavorano in maniera ermetica. Il che vuol dire che non esiste uno scambio d’aria dall’esterno verso l’interno.

I condizionatori, come del resto le ventole, ampliano il raggio di ricircolo dell’aria in un ambiente chiuso. Questo vuol dire che aumenta il famoso ‘metro di distanza’ di sicurezza. Può essere un problema solo nei casi in cui viene ospitata nella casa vacanza una persona malata.

La normale manutenzione e pulizia del climatizzatore è una buona pratica per abbassare i consumi, avere una migliore qualità dell’aria e aumentare la durata dell’impianto. È quindi consigliato farla a fine stagione, in modo da lasciare pulito l'elettrodomestico durante l’inverno o il periodo di non utilizzo. 

image-tag