Fiordi d'Italia: 8 baie e insenature da scoprire! - CaseVacanza.it base64Hash Fiordi d'Italia: 8 baie e insenature da scoprire! - CaseVacanza.it

Fiordi d'Italia: 8 baie e insenature da scoprire!

In qualsiasi momento
1 ospite
In qualsiasi momento
1 ospite

Il “paese dei fiordi” per eccellenza è la Norvegia. Ma le profonde spaccature che si addentrano nella costa tra alte e scoscese pareti di roccia si trovano un po’ ovunque nel Nord Europa, oltre che in Groenlandia, in Canada, in Patagonia, in Nuova Zelanda e in Antartide.

L’Italia non fa parte dell’elenco, eppure molte insenature del Belpaese assomigliano in tutto e per tutto a dei fiordi e qualcuna si chiama anche così. Qual è la differenza?

La risposta ha a che fare con l’origine delle varie formazioni geologiche. I fiordi sono valli glaciali, mentre le insenature del Belpaese sono per lo più il risultato dell’azione erosiva degli agenti atmosferici oppure valli fluviali (ria). Quello che non cambia è lo straordinario spettacolo naturalistico che offrono.

Quali sono i “fiordi” più pittoreschi d’Italia? Qui trovate otto baie e insenature da scoprire lungo lo Stivale e nelle isole!

1. La Baia di San Fruttuoso (Liguria)

La Baia di San Fruttuoso è una piccola ma profonda insenatura che si apre nella costa ligure all’altezza di Camogli. Immersa in una natura rigogliosa e lambita da un mare cristallino, custodisce una splendida abbazia dedicata al vescovo e martire San Fruttuoso da Tarragona e una torre di guardia intitolata al nobile ammiraglio Andrea Doria.

L’antico complesso religioso – costruito intorno all’Anno Mille e poi modificato – è stretto tra la montagna, alcune casette di pescatori e una minuscola spiaggia di ciottoli, che in estate è sempre molto affollata. I numerosi traghetti che partono da Genova, Recco, Camogli e Portofino rendono facile raggiungere la baia, ma è anche possibile scegliere di arrivare a San Fruttuoso in modo meno “agevole”.

Da Portofino “mare” e “vetta”, da Camogli e da Santa Margherita partono degli itinerari di trekking che raggiungono la piccola insenatura attraversando gli splendidi paesaggi della Riviera di Levante. I sentieri si sviluppano all’interno del Parco di Portofino e presentano diversa lunghezza e differente grado di difficoltà, ben dettagliati sul sito ufficiale dell’area protetta.

La Baia di San Fruttuoso è molto frequentata anche dai subacquei per la presenza del “Cristo degli Abissi”, una grande statua di bronzo che si trova sul fondale di fronte alla spiaggia. La scultura è stata collocata sott’acqua nel 1954 per ricordare uno dei primi sub d’Italia, Dario Gonzatti, ed è diventata un simbolo per tutti gli appassionati del mare e delle immersioni.

2. La Spiaggia delle Due Sorelle (Marche)

Una piccola insenatura di sabbia e sassi bianchi come la neve, bagnata da un mare colorato di azzurro e di blu. La Spiaggia delle Due Sorelle si trova tra Portonovo e Sirolo ed è per acclamazione una delle più belle della costa marchigiana. A darle il curioso nome sono due faraglioni, che osservati da nord sembrano due monache raccolte in preghiera.

La caletta scavata nella pietra bianca del Promontorio del Conero non è attrezzata e può essere raggiunta solo via mare. La soluzione più comoda sono i traghetti che partono dal porticciolo di Numana, ma è anche possibile affittare dei piccoli natanti o arrivare in SUP o in canoa dalle spiagge vicine.

Invece è proibito raggiungere la piccola insenatura dal sentiero che inizia dal Passo del Lupo e scende fino al mare lungo la parete di roccia. La strada veniva utilizzata in passato, ma adesso un’ordinanza comunale vieta l’accesso per l’elevato pericolo di frane.

Il Passo del Lupo, però, rimane uno dei posti più suggestivi per ammirare la Spiaggia delle Due Sorelle e tutta la Riviera del Conero. Per raggiungerlo ci sono due passeggiate, che partono rispettivamente dal cimitero di Sirolo (Sentiero 302) e dal bivio che porta al parcheggio sommitale del Monte Conero.

3. Il Fiordo di Furore (Campania)

Tra Amalfi e Positano c’è un po’ di Norvegia. Il Fiordo di Furore ricorda molto da vicino le caratteristiche formazioni dei mari del Nord, ma la sua origine è del tutto diversa. La profonda gola stretta tra due alte pareti di roccia è stata creata dallo scorrere incessante del torrente Schiato, che ha scavato la costa fino a dare forma a una valle dentro la quale è penetrato il Tirreno.

Il fiordo è sovrastato da un ponte alto 30 metri – che in estate è una tappa del Campionato Mondiale di Tuffi dalle Grandi Altezze – e custodisce un piccolo borgo marinaro. Le casette colorate e gli edifici adibiti alla lavorazione della pietra e della carta sono una testimonianza del passato di Furore, ma hanno anche un legame con il mondo del cinema. Roberto Rossellini e Anna Magnani hanno vissuto nel borgo quando erano una coppia e giravano il film L’amore e la loro permanenza è ricordata da un piccolo museo.

La spiaggia del fiordo è un fazzoletto di sabbia e sassi di pochi metri quadrati e rimane all’ombra fin verso mezzogiorno. Per questo e per il fatto di non essere facilmente raggiungibile non è mai troppo affollata, neanche in alta stagione. Il paesaggio selvaggio e l’acqua illuminata da riflessi azzurri e blu, però, valgono l’impresa di scendere dalle scalinate che corrono lungo la parete di roccia.

I gradini si snodano tra una vegetazione lussureggiante e sono scanditi da case che fanno capolino qua e là tra le agavi in fiore – ragione per cui Furore è detto “ il paese che non c’è” – e da oltre cento murales. Il sentiero che porta al mare inizia praticamente sulla statale e va messo in conto che non c’è parcheggio. Il modo migliore per arrivare al fiordo è con i mezzi pubblici o in alternativa in scooter o via mare.

4. La Grotta della Scala (Basilicata)

La Grotta della Scala è una piccola e frastagliata insenatura che si addentra nell’ultimo tratto verso nord della costa tirrenica lucana. La sua spiaggia di ciottoli e sabbia chiara è considerata una delle più belle di Maratea, ma fino al 1894 non esisteva. L’arenile si è formato per l’accumulo del materiale di risulta dei lavori per la costruzione della ferrovia Battipaglia-Reggio Calabria, che ha “riempito” la grotta di cui rimane un’eco nel nome.

La caletta può essere raggiunta via terra percorrendo una scalinata di 214 gradini o via mare e si trova nelle immediate vicinanze della stazione di Aquafredda. La spiaggia è attrezzata, ma c’è anche una (piccola) parte di cui si può fruire liberamente.

La baia della Grotta della Scala si apre proprio sotto un famoso monumento della zona, Villa Nitti. L’elegante costruzione è il risultato di un ambizioso intervento di ampliamento e restauro di un’antica casa rurale ed è stata la residenza estiva dell’omonimo Presidente del Consiglio dei Ministri del Regno d’Italia.

5. Il Ciolo (Puglia)

Due alte pareti di roccia che si tuffano a strapiombo nel mare. Un’acqua cristallina colorata di azzurro e di blu. Un ponte che scavalca il precipizio e fa da vertiginoso trait d’union tra i due lati della gola. Il Ciolo ricorda molto da vicino i fiordi del Nord Europa, ma si trova nel cuore del Salento. Lo spettacolare canyon taglia la falesia di Gagliano del Capo e fa parte del Parco Naturale Regionale Costa Otranto – Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase.

Il Ciolo deve il suo nome alle gazze (le “ciole”) che nidificano nelle pareti della gola ed è una meta frequentata non solo dagli amanti del mare, ma anche dagli appassionati di trekking. Lungo la falesia si snodano numerosi sentieri e quello che porta alle Grotte Cipolliane è il più famoso. Il percorso ricalca l’antico tratturo che gli abitanti del posto utilizzavano per arrivare a Marina di Novaglie e procede tra macchia mediterranea, costruzioni rurali e una serie di caverne dove sono state trovate diverse tracce di insediamenti preistorici.

Tutta la costa è punteggiata da numerose cavità e nel tratto verso Santa Maria di Leuca si apre una delle più imponenti e spettacolari. La Grotta del Pozzo o Grotta Grande del Ciolo è larga più di cento metri e alta oltre trenta e al suo interno si trovano una sorgente di acqua dolce e un laghetto dalle sfumature verde smeraldo.

6. I Faraglioni di Sant’Andrea (Puglia)

Il Salento è un vero e proprio scrigno di tesori e i Faraglioni di Sant’Andrea sono uno dei più preziosi. La costa che fronteggia l’agro di Melendugno al confine con quello di Otranto è stata modellata dagli elementi fino a diventare uno straordinario paesaggio di cale, calette, grotte e incredibili formazioni rocciose.

Dall’acqua turchese screziata di verde e di blu si innalzano colonne e grandi ammassi irregolari di calcare bianco, mentre il mare scava profonde gole e cavità di varie dimensioni nella pietra candida della falesia. Tutta la scogliera è un’”opera d’arte della natura”, ma l’”Arco degli Innamorati” è la formazione più suggestiva e viene considerato il simbolo della zona.

Dalla sommità della falesia partono diverse scale che scendono fino all’acqua e nella parte più a nord ce n’è una particolarmente stretta e ripida scavata nella roccia, detta de “Lu Bastimentu”. La tradizione vuole che si chiami così perché è stata costruita – in un non meglio precisato passato – per recuperare il carico di grano di un mercantile che si era arenato davanti alla costa.

7. La Baia di Pollara (Isola di Salina, Sicilia)

La Baia di Pollara nell’Isola di Salina è ciò che resta di un antico cratere vulcanico collassato più di centomila anni fa. La piccola insenatura è dominata da una ripida parete di roccia e “abbraccia” un minuscolo isolotto dove vive la rara lucertola delle Eolie (Podarcis raffonei).

La spiaggia della baia è una striscia sottile di ciottoli, sassi e scogli, ma la cala è lo stesso molto frequentata per la sua bellezza selvaggia e per il fatto di essere uno dei luoghi de Il Postino di Massimo Troisi. Lo stretto arenile è dove il protagonista del film e Pablo Neruda imparano a conoscersi e diventano amici, mentre una delle antiche abitazioni dei pescatori scavate nel tufo è la sua casa.

La “balate” oggi sono utilizzate come magazzini e ricoveri per le barche e costituiscono una delle caratteristiche peculiari della Baia di Pollara, insieme all’arco naturale di Punta Perciato e al mare profondo e trasparente.

8. Cala Coticcio (Sardegna)

La lingua di mare che da blu diventa turchese e lambisce la sabbia bianca di Cala Coticcio è una delle immagini più famose della Sardegna. Ma la piccola insenatura lunga e stretta nella costa nord-est dell’Isola di Caprera è tanto bella quanto fragile e per questo è una zona a “Tutela Integrale” all’interno del Parco della Maddalena.

La classificazione stabilisce il divieto assoluto di portare via dalla spiaggia sabbia e rocce, di raccogliere piante e fiori, di disturbare gli animali e di arrecare qualsiasi tipo di danno all’ecosistema. Inoltre prevede che l’accesso alla baia sia possibile solo con una guida autorizzata. Attualmente l’ingresso a Cala Coticcio è permesso a sessanta persone al giorno divise in quattro turni e va prenotato seguendo le istruzioni presenti sul sito del parco.

L’accesso alla piccola insenatura avviene attraverso un sentiero trekking che va affrontato con scarpe adeguate e una buona scorta d’acqua, ma la fatica è ripagata da un paesaggio straordinario. Cala Coticcio è una piscina naturale di acqua cristallina incastonata tra rocce rosa e basta uno sguardo per capire perché venga chiamata la “Tahiti della Sardegna”.

Dove dormire in Italia

Appartamento Lerici
58 € per notte
Appartamento ∙ 4 ospiti ∙ 1 camera da letto
4.8
«Eccellente» (20 recensioni)
Lerici, Provincia della Spezia, Italia
Dettagli
Andrea
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Villa Gallipoli
42 € per notte
Villa ∙ 6 ospiti ∙ 1 camera da letto
4.3
«Molto buono» (19 recensioni)
Gallipoli, Provincia di Lecce, Italia
Dettagli
Giusi
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Chalet Monti
86 € per notte
Chalet ∙ 4 ospiti ∙ 2 camere da letto
4.8
«Eccellente» (19 recensioni)
Monti, Mezzenile, Italia
Dettagli
Lucia
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Appartamento Donnalucata
65 € per notte
Appartamento ∙ 5 ospiti ∙ 2 camere da letto
5.0
«Eccellente» (10 recensioni)
Donnalucata, Scicli, Italia
Dettagli
Fabia Maria
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Appartamento Fontainemore
50 € per notte
Appartamento ∙ 3 ospiti ∙ 1 camera da letto
5.0
«Eccellente» (5 recensioni)
Fontainemore, Valle d'Aosta, Italia
Dettagli
Onorato
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Villa Bibione
73 € per notte
Villa ∙ 7 ospiti ∙ 3 camere da letto
5.0
«Eccellente» (1 recensione)
Bibione, San Michele al Tagliamento, Italia
Dettagli
Agenzia Immobiliare Italia sas di Benedet Paola & C.
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Villa Fratte I
50 € per notte
Villa ∙ 6 ospiti ∙ 2 camere da letto
4.5
«Ottimo» (2 recensioni)
Fratte I, Isola di capo Rizzuto, Italia
Dettagli
Antonino
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Villa Bibione Pineda
58 € per notte
Villa ∙ 6 ospiti ∙ 3 camere da letto
Bibione Pineda, San Michele al Tagliamento, Italia
Dettagli
Agenzia Immobiliare Italia sas di Benedet Paola & C.
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Appartamento Posto Rosso
40 € per notte
Appartamento ∙ 5 ospiti ∙ 3 camere da letto
4.9
«Eccellente» (7 recensioni)
Posto Rosso, Alliste, Italia
Dettagli
Simone
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Appartamento Marcelli
36 € per notte
Appartamento ∙ 7 ospiti ∙ 2 camere da letto
Marcelli, Numana, Italia
Dettagli
Claudio
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Appartamento Zinnibiri Mannu
30 € per notte
Appartamento ∙ 5 ospiti ∙ 2 camere da letto
4.5
«Ottimo» (9 recensioni)
Zinnibiri Mannu, Tertenia, Italia
Dettagli
Cristian
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Villa Bibione
55 € per notte
Villa ∙ 6 ospiti ∙ 2 camere da letto
Bibione, San Michele al Tagliamento, Italia
Dettagli
Agenzia Immobiliare Italia sas di Benedet Paola & C.
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Appartamento Kalsa
72 € per notte
Appartamento ∙ 4 ospiti ∙ 1 camera da letto
Kalsa, Palermo, Italia
Dettagli
DBR APARTMENTS
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Appartamento Castagneto Carducci
120 € per notte
Appartamento ∙ 5 ospiti ∙ 1 camera da letto
Castagneto Carducci, Provincia di Livorno, Italia
Dettagli
Borgo Rurale San Giusto
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Appartamento Caviola
45 € per notte
Appartamento ∙ 4 ospiti ∙ 1 camera da letto
5.0
«Eccellente» (4 recensioni)
Caviola, Falcade, Italia
Dettagli
Marco
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Villa Bibione Pineda
70 € per notte
Villa ∙ 6 ospiti ∙ 2 camere da letto
4.0
«Molto buono» (1 recensione)
Bibione Pineda, San Michele al Tagliamento, Italia
Dettagli
Agenzia Immobiliare Italia sas di Benedet Paola & C.
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Appartamento Senigallia
70 € per notte
Appartamento ∙ 4 ospiti ∙ 2 camere da letto
Senigallia, Provincia di Ancona, Italia
Dettagli
Fued la tua casa in vacanza
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Appartamento Senigallia
100 € per notte
Appartamento ∙ 5 ospiti ∙ 2 camere da letto
Senigallia, Provincia di Ancona, Italia
Dettagli
Fued la tua casa in vacanza
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Appartamento Caorle
56 € per notte
Appartamento ∙ 4 ospiti ∙ 2 camere da letto
Caorle, Città Metropolitana di Venezia, Italia
Dettagli
DI.VI. srl
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Appartamento Caorle
50 € per notte
Appartamento ∙ 4 ospiti ∙ 1 camera da letto
Caorle, Città Metropolitana di Venezia, Italia
Dettagli
DI.VI. srl
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Appartamento Cecina
55 € per notte
Appartamento ∙ 5 ospiti ∙ 2 camere da letto
5.0
«Eccellente» (2 recensioni)
Cecina, Provincia di Livorno, Italia
Dettagli
Casa Vacanze Via Gorizia 8
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
image-tag