25 Aprile: i luoghi della Resistenza italiana  - CaseVacanza.it base64Hash 25 Aprile: i luoghi della Resistenza italiana  - CaseVacanza.it

25 Aprile: i luoghi della Resistenza italiana

Italia
In qualsiasi momento
Ospiti
Italia
In qualsiasi momento
Ospiti
  • Idee viaggio: dove andare in vacanza

Il 25 aprile è la giornata della Liberazione. Uno dei periodi chiave della storia recente italiana. In tutta la penisola, sono molti i luoghi che sono stati scenario di questi eventi, simboli di una battaglia che ha segnato il destino di un intero Paese. Da Nord a Sud, si ritrovano ancora i riferimenti al periodo della Resistenza: tra borghi, valli, città e castelli dove, ancora oggi, si commemorano i fatti e le persone protagonisti di questo importante momento storico. Andiamoli a conoscere.


File:Partigiani a Pola.jpg

Bosio (Alessandria)

A Bosio si trova l’Abbazia della Benedicta, un centro religioso nel cuore dell’Appennino Ligure, che fu teatro il 7 aprile 1944 di un eccidio nazifascista, costato la vita a 147 partigiani. Ogni anno qui viene ricordato questo evento grazie a una manifestazione promossa dall’associazione Memoria della Benedicta.

Gattatico (Reggio Emilia)

A Gattatico, tra Parma e Reggio Emilia, c'è il Museo Cervi, una grande casa colonica che ospita al suo interno un museo della Resistenza e della storia del movimento contadino. Il nome prende spunto dalla Famiglia Cervi, tristemente nota per la fucilazione dei 7 fratelli figli di Alcide Cervi, il 28 Dicembre 1943.

Oltre alla visita, nel museo si possono seguire delle attività didattiche ed espositive sulla guerra e la Resistenza italiana.

Collina, Natura, Cielo, Viaggiare, Paesaggio, Emilia

Milano

Piazzale Loreto, oggi una delle piazze principali e nevralgiche della città è stata teatro della fucilazione di 15 partigiani il 10 Agosto 1944, fucilazione voluta dal comando di sicurezza nazista. Proprio in questa piazza, meno di un anno dopo fu protagonista dell’esposizione dei cadaveri di Mussolini, della sua amante Claretta Petacci e di altre 15 persone.

Milano, Dom, Tetto, Architettura, Gotico

Compiano (Parma)

A Compiano nacque la Repubblica Partigiana della Val Taro, momento importante per l’esistenza delle terre emiliane strette tra Liguria e Toscana che nell’estate del 1944 ebbero come capoluogo il piccolo paese di Compiano. Una piccola capitale del mondo, così come recitava lo scrittore Piero Pelizzari.

Folgaria (Trento)

Oggi Folgaria è una località turistica estiva ma soprattutto invernale, ma proprio qui nel 1945 tra le sue montagne successero I Fatti di Carbonare, dove morirono 3 residenti e un soldato disertore tedesco proprio a Carbonare. Qui in Piazza 28 Aprile, giorno in cui avvenne l’accaduto, si trova un monumento commemorativo.


Fontana, Parco, Dolomiti, Trentino, Natura, Montagna

Padule di Fuccecchio (Pistoia, Firenze)

Tra le città di Pistoia e Firenze è famosa la più grande palude interna italiana chiamata Padule di Fucecchio, un'area pianeggiante compresa tra i comuni di Cerreto Guidi, Larciano, Monsummano Terme, Ponte Buggianese e Fucecchio. Qui, il 23 Agosto 1944 furono fucilati 174 civili tra cui donne e bambini innocenti provenienti dalle province di Pistoia e Firenze. La riserva naturale del Padule di Fucecchio è tutt’oggi visitabile ed è possibile avvistare animali in libertà dagli osservatori faunistici dislocati all’interno dell’Oasi.

Cavallo, Cavallo Selvaggio, Pony Marsh, Palude, Pascolo

Bergiola Foscalina (Carrara)

A Bergiola i tedeschi delle SS il 16 Settembre 1944 commisero un eccidio giudicato oggi crimine contro l’umanità. In seguito all’uccisione di uno dei soldati delle SS, i tedeschi aprirono fuoco contro il paesino di Bergiola, presso il valico de La Foce e ai piedi delle Alpi Apuane in Toscana. I partigiani accorsi sul posto per difendere il paese arrivarono però troppo tardi. Oggi è il monumento nella piazza centrale a ricordare quanto accaduto più di 70 anni fa nella piccola cittadina toscana.


Montagna, Marmo, Carrara, Nubi, Turismo, Paesaggio

Civitella (Arezzo)

Siamo a Civitella in Val di Chiana, in provincia di Arezzo. Quello che oggi è un pacifico borgo toscano, il 29 Giugno del 1944 fu teatro di un massacro di circa 244 persone. Uno scontro fuoco a fuoco tra partigiani e tedeschi, i quali entrarono violentemente nelle case degli abitanti e nella chiesa di Civitella mentre stavano celebrando la messa. Purtroppo i morti furono tanti, e oggi sono ricordati con una piazza in onore del parroco Alcide Lazzeri, che decise di condividere lo sfortunato destino dei parrocchiani, nonostante poteva scegliere di essere risparmiato.

Monte Sant’Angelo (Ancona)

Ad Arcevia morirono 63 persone tra civili e partigiani il 4 Maggio 1944. Il paese sull’appennino Umbro-Marchigiano nella valle del fiume Misa oggi ha un monumento ai Caduti. Qui si possono fare passeggiate che portano fino alla cima per ammirare il panorama dei Monti Sibillini e del Gran Sasso, e in condizioni atmosferiche favorevoli anche il mare in lontananza.


Gran Sasso, Montagne, Escursioni A Piedi, Sentiero

Sant’Anna di Stazzema (Lucca)

Il 12 Agosto del 1944 le truppe delle SS entrarono nel paesino uccidendo 560 civili tra cui molti bambini e anziani rifugiati lì. Un attentato terroristico per limitare i contatti tra i civili e i partigiani. Oggi a Sant'Anna di Stazzema si può ammirare il Parco Nazionale della Pace che si estende sulle colline che delimitano la cittadina, dove è possibile ritrovare l'intreccio tra natura e storia, e dove ancora oggi si promuovono iniziative a favore della cultura della pace.

Castello Malaspina (Massa Carrara)

A Fosdinovo, in questo castello avvenne la Strage delle Fosse del Frigido, una fucilazione di 159 prigionieri detenuti nel castello Malaspina nel Settembre del 1944. Da anni il castello fu utilizzato come carcere cittadino, dove spesso venivano accompagnati anche anziani e malati che non erano riusciti a scappare in seguito agli assalti partigiani.

Il Castello o Rocca Malaspina è un esempio di struttura di stampo medievale e in alcuni tratti anche rinascimentali, dal fascino architettonico indiscutibile.

Napoli

Napoli durante la Seconda Guerra Mondiale reagì alle forze armate tedesche in quelle che vengono ricordate come le “Quattro giornate di Napoli", dal 27 al 30 Settembre 1943. Gli abitanti, insieme ai militari del Regno del Sud, si ribellarono ai nazisti e riuscirono a liberare la città il 1 Ottobre del 1943. Napoli diventò così una delle città in europa a dare esempio di ribellione contro l’occupazione fascista. Oggi, a ricordare questo momento, si trova il Monumento delle Quattro Giornate, detto anche dello Scugnizzo, lungo la riviera Chiaia nella Piazza della Repubblica.

Italia, Napoli, Vezuv, Mare

Nola (Napoli)

Vicino Napoli, a Nola, avvenne una delle stragi più gravi della seconda guerra mondiale, da molti dimenticata. 16 persone, 12 ufficiali e 4 civili furono fucilate dai tedeschi nel settembre del 1943, durante quello che verrà segnato come uno dei primi eccidi in Italia per opera dei tedeschi, all’indomani dell’armistizio di Cassibile (SR) dell’8 Settembre 1943.

Castiglione di Sicilia (Catania)

Siamo in Sicilia, in provincia di Catania, e a Castiglione di Sicilia nell’agosto del 1943 si consumò una strage in cui persero la vita 16 persone.

Oggi Castiglione è considerato tra i borghi più belli d’Italia ed è uno dei comuni del Parco dell’Etna e del Parco Fluviale dell’Alcantara. Un luogo dal grande valore storico e paesaggistico allo stesso tempo.

Gli eventi (virtuali) del 2020 per il 25 aprile

Quest'anno, non potendo celebrare in altro modo la ricorrenza della Liberazione, è stato dato il la ad una serie di iniziative digitali per festeggiare comunque l'evento.

Artisti, giornalisti, professori e professionisti vari hanno aderito all'iniziativa #iorestolibero. Una serie di dirette sui canali social dove poter condividere testimonianze, riflessioni, dialoghi, tutti centrati sui temi della Resistenza, ma anche dell'attualità. Si possono trovare i dettagli al link www.25aprile2020.it/

Fra i partecipanti, troviamo Jovanotti, il professore Severino, Carlo Petrini, Lella Costa e molti altri. Per questa iniziativa, si avrà anche la possibilità di donare alla Caritas e alla Croce Rossa Italiana.

Dove dormire in Italia

Appartamento Lido di Jesolo
da 57 € per notte
Appartamento ∙ 4 ospiti ∙ 2 camere da letto
Lido di Jesolo, Jesolo, Italia
Dettagli
Sonia
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Casa Marina di Mancaversa
da 39 € per notte
Casa ∙ 5 ospiti ∙ 2 camere da letto
Marina di Mancaversa, Taviano, Italia
Dettagli
Salento Reservation di Della Fonte Alberto
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Appartamento Torre Dell'Orso
da 48 € per notte
Appartamento ∙ 4 ospiti ∙ 2 camere da letto
Torre Dell'Orso, Melendugno, Italia
Dettagli
VACANZENELSALENTO srls
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Appartamento Gignod
da 60 € per notte
Appartamento ∙ 4 ospiti ∙ 1 camera da letto
Gignod, Valle d'Aosta, Italia
Dettagli
NF7 PROPERTIES DI FORETIER NADIR
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Appartamento Marcelli
da 36 € per notte
Appartamento ∙ 7 ospiti ∙ 2 camere da letto
Marcelli, Numana, Italia
Dettagli
Claudio
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Appartamento Numana
da 54 € per notte
Appartamento ∙ 4 ospiti ∙ 1 camera da letto
Numana, Provincia di Ancona, Italia
Dettagli
RAGNI FILIPPO
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Casa Poggiardo
da 54 € per notte
Casa ∙ 4 ospiti ∙ 1 camera da letto
Poggiardo, Provincia di Lecce, Italia
Dettagli
Buena Onda Srl
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Appartamento Porto Recanati
da 62 € per notte
Appartamento ∙ 4 ospiti ∙ 2 camere da letto
4.0
«Molto buono» (2 recensioni)
Porto Recanati, Provincia di Macerata, Italia
Dettagli
Fued la tua casa in vacanza
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Villa Loano
da 56 € per notte
Villa ∙ 6 ospiti ∙ 1 camera da letto
Loano, Provincia di Savona, Italia
Dettagli
Andrea Renato Luigi
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Casa San Foca
da 50 € per notte
Casa ∙ 6 ospiti ∙ 2 camere da letto
San Foca, Melendugno, Italia
Dettagli
VACANZENELSALENTO srls
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Casa Torre Suda
da 35 € per notte
Casa ∙ 2 ospiti ∙ 1 camera da letto
Torre Suda, Racale, Italia
Dettagli
Salento Reservation di Della Fonte Alberto
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Casa Gallipoli
da 46 € per notte
Casa ∙ 5 ospiti ∙ 1 camera da letto
Gallipoli, Provincia di Lecce, Italia
Dettagli
Salento Reservation di Della Fonte Alberto
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Villa Piano di Sopra
da 61 € per notte
Villa ∙ 5 ospiti ∙ 2 camere da letto
Piano di Sopra, San Vito Lo capo, Italia
Dettagli
Roberto
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Casa Torre Dell'Orso
da 45 € per notte
Casa ∙ 5 ospiti ∙ 1 camera da letto
Torre Dell'Orso, Melendugno, Italia
Dettagli
VACANZENELSALENTO srls
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Appartamento Albissola Marina
da 90 € per notte
Appartamento ∙ 4 ospiti ∙ 1 camera da letto
Albissola Marina, Provincia di Savona, Italia
Dettagli
FRANCESCA MARISA
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Villa Castel Volturno
da 42 € per notte
Villa ∙ 6 ospiti ∙ 2 camere da letto
Castel Volturno, Provincia di Caserta, Italia
Dettagli
Carmine
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Appartamento Torre San Giovanni
da 49 € per notte
Appartamento ∙ 4 ospiti ∙ 1 camera da letto
Torre San Giovanni, Ugento, Italia
Dettagli
Rossana
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Appartamento Ortona
da 50 € per notte
Appartamento ∙ 3 ospiti ∙ 1 camera da letto
Ortona, Provincia di Chieti, Italia
Dettagli
Giuseppe
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Casa Gallipoli
da 64 € per notte
Casa ∙ 4 ospiti ∙ 1 camera da letto
5.0
«Eccellente» (1 recensione)
Gallipoli, Provincia di Lecce, Italia
Dettagli
Salento Reservation di Della Fonte Alberto
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Appartamento Torre
da 35 € per notte
Appartamento ∙ 6 ospiti ∙ 2 camere da letto
4.5
«Ottimo» (2 recensioni)
Torre, San Ferdinando, Italia
Dettagli
Malgorzata Maria
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Appartamento Porto Cesareo
da 81 € per notte
Appartamento ∙ 6 ospiti ∙ 2 camere da letto
Porto Cesareo, Provincia di Lecce, Italia
Dettagli
Graziano
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA

Scopri le nostre idee viaggio...

Mostra di più
image-tag