Maldive del Salento: cosa sono

Un nome altamente evocativo quello che è stato dato a questa zona della Puglia. Denominazione suggerita dalla composizione e dal chiarore delle acque, che restituiscono riflessi cristallini che richiamano le famose destinazioni tropicali. Anche la sabbia, fine e bianca, ha contribuito alla nomea del luogo.

 

Ampie e lunghe distese sabbiose permettono di godersi il sole e il mare salentino, un luogo ideale per chi ricerca il gusto della spiaggia di sabbia e un litorale basso. Esiste uno stabilimento che porta il nome di Maldive del Salento, appena a nord di Pescoluse. Tuttavia, l'appellativo è stato progressivamente esteso a tutta la zona circostante. L'area di Pescoluse, tuttavia, rimane quella centrale della zona.

 

L'alto valore paesaggistico, in cui acque azzurro intenso e dune di sabbia si contendono la costa, si arricchisce inoltre di affascinanti grotte carsiche formatesi nel tempo. Una vera e propria oasi marina, che, pur andando incontro ad una rinnovata fama, riesce a mantenersi ancora un luogo tranquillo e piacevolissimo per una vacanza sul mare salentino.

 

Inoltre, vicino alle spiagge sono stati ritrovati anche reperti archeologici, che denotano anche l'importanza storica dell'area delle Maldive del Salento.

 

Maldive del Salento: dove si trovano

In molti hanno sentito parlare delle Maldive del Salento, e, attratti dal nome, non vedono l'ora di scoprire dove si trovano. La località di riferimento di questa zona è Pescoluse. Una delle aree marine del comune di Salve. Come dicevamo prima, in molti identificano la zona delle Maldive del Salento con la sola area a stretto contatto con Pescoluse.

Tuttavia, seguendo le caratteristiche paesaggistiche di quest'area, si è arrivati a comprendere in questa denominazione tutta la zona che va da Torre Vado a Torre Pali, lungo la litoranea che collega Torre San Giovanni a Santa Maria di Leuca. Praticamente, su una delle punte più a sud della penisola salentina, affacciata, per l'ultimo tratto, sul versante ionico della regione.

 

Maldive del Salento: dove dormire

Dove cercare alloggio se si vogliono raggiungere le Maldive del Salento? Come dicevamo prima, vista la posizione nel basso Salento ionico, è lì che bisogna orientarsi per ridurre al massimo gli spostamenti. Frazioni e comuni vicini hanno tutti a disposizione un'ampia offerta di case vacanza.

Da Pescoluse stessa a Torre Vado e Torre Pali, ma anche a Salve o, scendendo più in basso, verso i comuni vicino Leuca, Marina San Gregorio e Marina di Felloniche. Le distanze rimangono ad ogni modo ridotte, per chi vuole raggiungere le Maldive del Salento. Con pochi chilometri di macchina si può approdare comodamente a queste spiagge.

 

Maldive del Salento: come arrivare

Chi si trova in giro per il Salento, vorrà sapere anche come arrivare alle sue Maldive. Trovandosi le Maldive del Salento quasi in fondo al 'tacco', non si può che arrivare da nord.

Da Lecce, partono due strade statali che raggiungono le zone più a sud. La 101 fino a Gallipoli diventa poi la SS274, che punta dritta a Leuca, per chi preferisce un percorso più litoraneo.

Per tagliare dall'entroterra salentino, bisogna invece imboccare la SS16 che diventa poi SS275, e svoltare a Montesardo verso Pescoluse. Due itinerari quasi identici per tempi di percorrenza, ma che attraversano zone diverse del Salento.

 

Ora che ti abbiamo dato tutte (o quasi) le informazioni necessarie. Non ti resta che cercare la tua prossima casa vacanze per le Maldive del Salento e prepararti per un purissimo soggiorno in una delle spiagge più belle d'Italia.

Scopri le nostre idee viaggio...