Gita al Parco Nazionale del Gran Paradiso: Cosa Vedere e Come Comportarsi - CaseVacanza.it base64Hash Gita al Parco Nazionale del Gran Paradiso: Cosa Vedere e Come Comportarsi - CaseVacanza.it

Gita al Parco Nazionale del Gran Paradiso: Cosa Vedere e Come Comportarsi

In qualsiasi momento
1 ospite
  • Idee di viaggio

Il Parco del Gran Paradiso è il primo parco nazionale istituito sul territorio italiano. Il suo simbolo, lo stambecco, è stato il fattore che ne ha determinato la nascita. I cacciatori lo avevano quasi portato all'estinzione, lasciandone una comunità di un centinaio proprio fra le alte vallate fra Piemonte e Val d'Aosta.

Questa rarità portò i reali a proibire la caccia dell'animale non tanto per la sua salvaguardia, quanto per istituire una riserva di caccia a solo beneficio del re. Un processo che proseguì fino al 1922, quando Vittorio Emanuele III istituì invece il Parco Nazionale del Gran Paradiso, dichiarando negli intenti la conservazione della sua flora e della sua fauna.

 

Oggi è una meta di grande valore paesaggistico e ambientale. Ed un'occasione per godersi un soggiorno nella natura delle Alpi di Piemonte e Val d'Aosta, ammirarne la sorprendente varietà faunistica e rinfrancare lo spirito.

 

La fauna del Parco

Se l'inizio di tutto è legato alla sopravvivenza di un esemplare animale, si capisce l'importanza della fauna che abita i confini del parco. Se incontrare queste nobili ed eleganti creature è già un'emozione unica, il parco ospita anche una diffusa varietà di specie di montagna. Fra i tanti sentieri che lo percorrono, se si è fortunati, si possono scorgere camosci, donnole, marmotte, ma anche lepri, volpi, ermellini e faine. Così come una gran varietà di rapaci e volatili. Qui trovano il loro ambiente aquile reali, gufi reali, sparvieri, poiane, ma anche pernici, gheppi, picchi e pettirossi. Una successione di meravigliosi esemplari che rappresentano, in sé, una vera e propria attrazione.

 

Attività ed esperienze

A seconda delle stagioni, il Parco del Gran Paradiso offre una serie di esperienze diverse. Dai trekking fotografici, alla ricerca degli animali del bosco, alle ciaspolate, quando i percorsi sono coperti di neve. Dalla possibilità di mettere gli sci ai piedi e raggiungere piste da discesa o percorsi da sci di fondo, ai laboratori didattici e musei naturalistici per scoprire la natura del territorio. Accanto ad esperienze conoscitive, anche molto sport. Fra gli immensi spazi dell'area, trovano spazio attività di pura adrenalina. Sono organizzate infatti discese di rafting lungo le rapide che attraversano il parco, ma anche percorsi di arrampicata per sfidare la montagna e i propri limiti.

 

Animali, natura e...uomo

Oltre le meraviglie di Madre Natura, ad intervallare il maestoso paesaggio di montagna troviamo diverse testimonianze della presenza umana tra queste valli. Quello che oggi è il territorio del Gran Paradiso, in passato ha ospitato una cospicua popolazione di montagna. Di queste epoche sono rimasti numerosi villaggi, costituiti dalle tipiche costruzioni alpine in legno e pietra. Stalle, rifugi, viottoli, sentieri, fienili, muri a secco...sono le tracce dell'adattamento dell'uomo agli impervi ambienti delle vallate alpine.

Oggi queste opere sono riutilizzate anche a fini turistici. Ad esempio, come base di molti itinerari escursionistici, rifugi di montagna, ma anche piacevoli soste per chi si avventura lungo gli spazi alle pendici del Gran Paradiso. In questo modo si ha la possibilità di entrare in contatto non solo con il paesaggio naturale, ma anche col passato antropologico di queste terre.



Le regole da rispettare nel Parco

Il parco è un'area protetta, volta alla tutela dell'ambiente naturale e faunistico. Proprio per questo, i visitatori sono obbligati a rispettare alcune regole per ridurre il loro impatto su vegetazione e animali autoctoni. Prima fra tutti, la questione rifiuti. Dal momento che si possono organizzare pic nic nell'ara del parco, raccogliere i rifiuti è una pratica necessaria. Sacchetti di plastica, lattine e vetri sono altamente inquinanti e difficilmente smaltibili. Nonché dannosi se vi si imbattono gli animali del parco. Ma anche fazzoletti di carta biodegradabili, in un ambiente come questo, possono resistere circa un anno.

Altra importante norma da rispettare è quella di non alterare l'equilibrio ambientale. Fiori, piante e pietre devono rimanere lì dove sono. Noi tendiamo a non farci caso, ma ogni azione umana che modifica questi ambienti è in grado di alterare l'equilibrio dell'ecosistema. In questi casi, il consiglio è di comportarsi come se tutti i fruitori del parco agissero nel nostro stesso modo. Una piccola azione, se sono in molti che la compiono, può creare effetti significativi.

Lo stesso discorso, neanche a dirlo, vale per gli animali. La tutela, in questo caso, sta nell'evitare di disturbarli nelle loro attività, e mantenere un punto di osservazione distante e rispettoso.

Infine, discorso animali domestici. Si possono portare? Di regola no. Esistono appositi sentieri, previsti da regolamento del parco, che è possibile attraversare col proprio cane rigorosamente al guinzaglio. Se la regola è 'passare inosservati' e cercare di non interferire troppo con animali e piante, lasciare il proprio cane o altro animale domestico libero nella natura può avere conseguenze incontrollate. Andare in giro con il proprio cane libero può avere addirittura ripercussioni di tipo penale.

 

Che cosa portare

Tutto quello che porteresti per una normale escursione in montagna. Quindi zaino, scarponcini da trekking, una giacca impermeabile, della crema solare, occhiali da sole e cappellino. Una bottiglia d'acqua e, vivamente consigliato, un binocolo e una macchina fotografica. Così i tuoi amici ti crederanno quando gli racconterai del tuo incontro faccia a faccia con lo stambecco.

 

Ora che conosci un po' quello che ti aspetta nel Parco Nazionale del Gran Paradiso, puoi partire per questa bellissima avventura. Prendi tutto quello di cui hai bisogno e prepara i tuoi occhi per accogliere gli splendidi paesaggi naturali delle Alpi occidentali, in una meravigliosa esperienza nella natura. 

Dove dormire in Valle d'Aosta

Appartamento Chatel
56 € per notte
Appartamento ∙ 5 ospiti ∙ 1 camera da letto
5.0
«Eccellente» (28 recensioni)
Chatel, Torgnon, Italia
Dettagli
Luca
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Appartamento Epinel
63 € per notte
Appartamento ∙ 3 ospiti ∙ 1 camera da letto
5.0
«Eccellente» (25 recensioni)
Epinel, Cogne, Italia
Dettagli
Angelo
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Casa Fiou
76 € per notte
Casa ∙ 4 ospiti ∙ 1 camera da letto
Fiou, Gignod, Italia
Dettagli
Fabio
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Appartamento Entreves
86 € per notte
Appartamento ∙ 3 ospiti ∙ 1 camera da letto
Entreves, Courmayeur, Italia
Dettagli
Le Perle di Qrma - Courmayeur
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Villa Antey-Saint-André
225 € per notte
Villa ∙ 9 ospiti ∙ 3 camere da letto
Antey-Saint-André, Valle d'Aosta, Italia
Dettagli
Patrizia Silvia
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Appartamento Gaby
41 € per notte
Appartamento ∙ 3 ospiti ∙ 1 camera da letto
5.0
«Eccellente» (1 recensione)
Gaby, Valle d'Aosta, Italia
Dettagli
Barbara
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Appartamento Courmayeur
100 € per notte
Appartamento ∙ 4 ospiti ∙ 1 camera da letto
Courmayeur, Valle d'Aosta, Italia
Dettagli
Le Perle di Qrma - Courmayeur
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Appartamento Saint Maurice
50 € per notte
Appartamento ∙ 4 ospiti ∙ 1 camera da letto
Saint Maurice, Sarre, Italia
Dettagli
Walter
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Appartamento Remondey
85 € per notte
Appartamento ∙ 6 ospiti ∙ 2 camere da letto
5.0
«Eccellente» (3 recensioni)
Remondey, La Salle, Italia
Dettagli
Alain
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Appartamento Valsavarenche
58 € per notte
Appartamento ∙ 6 ospiti ∙ 2 camere da letto
Valsavarenche, Valle d'Aosta, Italia
Dettagli
Enrico
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Chalet Bionaz
70 € per notte
Chalet ∙ 2 ospiti ∙ 1 camera da letto
Bionaz, Valle d'Aosta, Italia
Dettagli
Casette Kaporo
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Appartamento Bionaz
120 € per notte
Appartamento ∙ 5 ospiti ∙ 2 camere da letto
Bionaz, Valle d'Aosta, Italia
Dettagli
Casette Kaporo
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Appartamento Chef-Lieu
60 € per notte
Appartamento ∙ 4 ospiti ∙ 2 camere da letto
4.5
«Ottimo» (26 recensioni)
Chef-Lieu, Saint-christophe, Italia
Dettagli
ROSANNA ISABELLA
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Appartamento Pré-Saint-Didier
60 € per notte
Appartamento ∙ 4 ospiti ∙ 2 camere da letto
5.0
«Eccellente» (1 recensione)
Pré-Saint-Didier, Valle d'Aosta, Italia
Dettagli
Emanuele
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Appartamento Bionaz
80 € per notte
Appartamento ∙ 3 ospiti ∙ 1 camera da letto
Bionaz, Valle d'Aosta, Italia
Dettagli
Casette Kaporo
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Appartamento Bionaz
80 € per notte
Appartamento ∙ 4 ospiti ∙ 1 camera da letto
Bionaz, Valle d'Aosta, Italia
Dettagli
Casette Kaporo
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Appartamento Maen
95 € per notte
Appartamento ∙ 5 ospiti ∙ 2 camere da letto
5.0
«Eccellente» (4 recensioni)
Maen, Valtournenche, Italia
Dettagli
Alberto
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Chalet Courmayeur
143 € per notte
Chalet ∙ 6 ospiti ∙ 2 camere da letto
Courmayeur, Valle d'Aosta, Italia
Dettagli
Le Perle di Qrma - Courmayeur
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Appartamento Saint-Vincent
54 € per notte
Appartamento ∙ 4 ospiti ∙ 1 camera da letto
Saint-Vincent, Valle d'Aosta, Italia
Dettagli
Gianfranca
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Villa Saint-pierre
60 € per notte
Villa ∙ 6 ospiti ∙ 2 camere da letto
Saint-pierre, Valle d'Aosta, Italia
Dettagli
Mauro
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
Appartamento Villair
81 € per notte
Appartamento ∙ 5 ospiti ∙ 2 camere da letto
4.0
«Molto buono» (1 recensione)
Villair, La Salle, Italia
Dettagli
ITALA
VAI ALL’OFFERTA
VAI ALL’OFFERTA
image-tag