Appartamento Vicino Porto Selvaggio

Porto Cesareo

 -  Centro a 100 m APPARTAMENTO

Verifica Prezzo e Disponibilità


Pagamento con Visa, MasterCard o PostePay

Prenota Sicuro con la Garanzia Antitruffa

Attendere...
5 persone hanno visto questo annuncio nell'ultima settimana. Prenota Ora!
COSIMO F.

COSIMO F.

Iscritto da:
Marzo 2014
  • Lingue:
  • Tasso di Risposta: 97%
  • Velocità di Risposta: entro poche ore
  Prenotando online su CaseVacanza.it sei al sicuro!
  • Come funziona la prenotazione online?

    Con la prenotazione online si può prenotare un alloggio, effettuando con carta di credito il pagamento dell'anticipo direttamente sul sito. Questo pagamento è sicuro e coperto da Garanzia Antifrode.

  • Cos’è la Garanzia Antifrode?

    L'importo che hai pagato online, in fase di prenotazione, è al sicuro. Solo in seguito al tuo check-in i soldi verranno versati al proprietario. Quindi, in caso di frode e/o annullamento entro i termini, la somma ti verrà restituita.

  • Come prenoto in totale sicurezza?

    Per essere garantito devi effettuare il pagamento direttamente sul nostro sito, tramite la nostra piattaforma di prenotazione. Non possiamo proteggere pagamenti effettuati offline, al di fuori dei nostri sistemi.

  • Se non posso entrare nell’alloggio?

    Dovrai contattarci entro le 24 ore successive alla data del check-in indicata nella conferma di prenotazione. In caso di alloggio non esistente o non accessibile, ti verranno restituiti i soldi anticipati online.

Se il proprietario ti invita a fare il pagamento fuori dalla piattaforma,
prima della conferma della prenotazione, segnalacelo.
Per dubbi o domande puoi scriverci a info@casevacanza.it o chiamaci al (+39)02/37058201
  • Riferimento
    1524180
  • Tipologia
    Appartamento
  • Superficie (m²)
    30

  • Occupanti
    4
  • Letti Doppi
    1
  • Letti Singoli
    2
  • Camere letto
    1
  • Locali
    1
  • Bagni
    1
Dettagli

Servizi
  • Aria Condizionata
  • Camino
  • Cucina
  • Giardino
  • Lavatrice
  • Parcheggio
  • TV

Caratteristiche
  • Accesso per disabili
  • Adatto ad anziani
  • Animali Ammessi
  • Per famiglie e bambini
VISUALIZZA LUOGHI DI INTERESSE
Descrizione

Il monolocale, sito in un contesto bifamiliare e immerso nel verde, è composto da angolo cottura, stanza da letto e bagno. 10.000 mq di giardino con barbecue e campetto di calcio. Il monolocale è immerso fra gli uliveti e confina con un B & B; dista 1 km dal primo centro abitato, 2 km dalla scogliera di Porto Selvaggio e 3 km dalla spiaggia di S. Isidoro. E' a circa metà strada fra Porto Cesareo e Gallipoli (sia l'uno che l'altro distano circa 10 km).


Consigli e attività

Una vacanza in Puglia, per chi volesse spingersi fino a sud nel Salento, non può assolutamente non mancare una visita a Porto Selvaggio, per il suo mare, il suo impatto visivo immenso, la sua tranquillità. Ecco cosa potete fare e vedere a Porto Selvaggio, una meta dell'estate del Salento, ma che io suggerisco di vedere anche nelle altre stagioni.
Porto Selvaggio si trova nel comune di Nardò, provincia di Lecce. Si tratta di circa 1.000 ettari di parco (Parco di Porto Selvaggio e Palude del Capitano). E' un area naturale protetta della Regione Puglia istituita nel 2006. Si trova lungo la costa tra Porto Cesareo e Gallipoli, circa a metà strada più o meno. Si trova a ridosso di Santa Caterina, ciò che la divide è la Torre dell'Alto.
Che cosa vedere
Vi consiglio due località: la Baia di Porto Selvaggio e la Baia di Uluzzo. Fermatevi in entrambe le zone, sostate, fate un bagno nel mare, potete fare anche dei tuffi se li sapete fare, nuotate e ammirate il paesaggio.
A circa 1 km da Santa Caterina, direzione Porto Cesareo, si arriva a Villa Tafuro, dove c'è uno degli ingressi al Parco. Seguite il sentiero che in una ventina di minuti di camminata nella pineta vi porterà alla Baia di Porto Selvaggio. La Baia è bellissima: piccola, non troverete sabbia, bensì una baietta con sassolini e poi scogliera. Alla vostra sinistra vedrete la Torre dell'Alto, mentre a destra potete seguire i sentieri e scoprire la zona. Ci sono alcuni posti nei quali è possibile fare dei tuffi da piccole altezze. Tenete presente che l'acqua è poco profonda nei pressi della caletta della baia, mentre per il resto è abbastanza profonda fin dal primo impatto.
Proseguendo verso nord lungo la litoranea Santa Caterina – Porto Cesareo, arriverete al punto più bello della costa salentina che si affaccia sullo Ionio: la Baia di Uluzzo. Parcheggiate la macchina da qualche parte, magari nei pressi del Fico d'India, il locale che gode della visuale più affascinante della zona (prendete anche un drink, giacchè ci siete). Questa baia è molto meno accessibile della precedente, è più impervia, dovete impegnarvi un po' di più perchè la pendenza è maggiore. Scendete giù seguendo alcuni sentieri, siamo quasi a livello di trekking, non per chi è a livello principiante, ma diciamo per un livello medio. Qui è possibile fare dei tuffi da altezze ragguardevoli, c'è chi li fa. Un consiglio è quello di vedere il tramonto in agosto, il sole che tramonta alle spalle della Torre Uluzzo: fantastico! Sulla strada noterete, oltre alle rovine della Torre Uluzzo, anche una tipica costruzione salentina, fatta tutta a secco: lu furniedhru (solitamente chiamati anche truddhri, pajare o pagghiare). Inoltre, la baia di Uluzzo è una delle località più importanti nel Salento per quanto riguarda l'archeologia preistorica. Le principali grotte e fonti di ritrovamenti della baia sono la grotta del Cavallo, che con i suoi otto metri di spessore di sedimenti documenta oltre 120 mila anni di storia, la grotta di Uluzzo, ubicata al di sotto della torre omonima, e la grotta Cosma.
Altro da sapere
- La grotta del Cavallo: la grotta ha restituito numerosi reperti legati all'Uomo di Neanderthal (resti macellati di animali, da cui il nome della grotta, manufatti di pietra, ecc.); nella grotta sono state rinvenute le testimonianze di una cultura, l'Uluzziano.
- Serra Cicora: l'importanza archeologica di Serra Cicora consiste nella presenza di una frequentazione del primo neolotico a ceramica impressa, seguita da uno stanziamento di neolitico recente – finale a ceramica Serra d'Alto e Diana. A quest'ultimo (V millennio a.C.) si deve l'impianto di una vera e propria necropoli che ha restituito finora circa venti individui, alcuni dei quali in strutture megalitiche che anticipano una tipologia ritenuta fino a ieri molto più recente.




Recensioni
Questo proprietario ha disabilitato la visualizzazione delle recensioni
ND
ND
Qualitá
Ubicazione
Pulizia
Comfort
Decorazione
Registrati per telefonare al proprietario