In Ragusa Ibla, Casa Petra, In Formula Di Locazione Settimanale/week-end.

Ragusa

 -  Centro a 2.3 km VILLA

Verifica Prezzo e Disponibilità


Attendere...
Salvatrice F.

Salvatrice F.

Iscritto da:
Maggio 2013
  • Lingue:
Affitta in sicurezza

Prenota la tua vacanza in sicurezza. Segui i nostri consigli ed evita le truffe.Scopri di più

Ecco come trovare la tua casa vacanze in completa serenità
Le 6 regole d'oro per evitare le truffe
  • Verifica il prezzo

    Diffida di alloggi con prezzo molto basso e fotografie spettacolari. Bisogna essere realisti e confrontare i prezzi di immobili simili per essere sicuri che il prezzo indicato sia "giusto" e proporzionato.

  • Verifica l'indirizzo

    Verifica che i dati inseriti nell’inserzione siano corretti. Chiedi l’indirizzo esatto della struttura e verifica l’effettiva collocazione della casa e la corrispondenza delle foto dell'esterno con Street View di Google Maps.

  • Verifica i dati dell'inserzionista

    Contatta l’inserzionista, anche telefonicamente, per risolvere tutte le tue curiosità e avere ulteriori dettagli. Se hai ancora dubbi fai una ricerca sul web utilizzando i dati che ti ha fornito.

  • I proprietari di fiducia sono con noi da tempo

    Controlla la data di iscrizione dell’inserzionista al sito (trovi mese e anno nella pagina dell'annuncio): inserzionisti più “anziani” garantiscono una sicurezza maggiore (altrimenti sarebbero già stati bloccati).

  • Modalità di pagamento più sicure

    Il bonifico bancario è più sicuro poiché si ha traccia di tutta la transazione. Diffida se ti chiede di fare il pagamento su Postepay, Cartalis, Western Union, MoneyGram, o altre carte prepagate.

  • Richiedi al proprietario un documento di conferma

    Chiedi al proprietario un contratto firmato. Non dare nulla per scontato e metti per iscritto tutte le condizioni concordate: prezzo, caparra, politiche di cancellazione, depositi cauzionali, spese extra e così via.

Conserva tutta la corrispondenza per posta elettronica e messaggi.
Se hai dubbi o c'è qualcosa che ti insospettisce anche dopo aver seguito le accortezze riportate qui sopra segnalacelo scrivendo a info@casevacanza.it.
SEI STATO VITTIMA DI UNA TRUFFA ONLINE?
Sporgi immediata denuncia alla polizia postale
https://www.denunceviaweb.poliziadistato.it/polposta/wfintro.aspx
  • Riferimento
    1377551
  • Tipologia
    Villa
  • Superficie (m²)
    65

  • Occupanti
    4
  • Letti Doppi
    2
  • Camere letto
    1
  • Locali
    2
  • Bagni
    2
Dettagli

Servizi
  • Aria Condizionata
  • Cucina
  • Lavastoviglie
  • Lavatrice
  • Terrazza / Balcone
  • TV

Attività
  • Golf
  • Spiaggia
  • Trekking
  • Vela
VISUALIZZA LUOGHI DI INTERESSE

Descrizione In Ragusa Ibla, CASA PETRA, in formula di locazione settimanale/week-end.

In Ragusa Ibla, splendida città barocca del sud-est della Sicilia, CASA PETRA, in formula di locazione settimanale/week-end, è un' elegante casetta ben ristrutturata conservando la tipicità delle case iblee. E' una casa vacanza dotata di tutti i conforts e composta al piano terra da una zona living con delizioso angolo cottura in muratura e divano letto matrimoniale + servizio dotato di doccia e angolo lavanderia e al piano inferiore 1 ampia camera da letto matrimoniale in un affascinante ambiente con il soffitto tipico a volta a botte + servizio in camera. Splendida vista panoramica sulla vallata dai balconi. Complessivi 4 posti letto. RIF. H002.


Consigli e attività

RAGUSA, diventata una star grazie alla serie televisiva "Il Commissario Montalbano" tanto che persino molti siciliani l’hanno scoperta con la fama del commissario e come location dei suoi episodi.
Ragusa è divisa in due, c’è la città nuova e la città vecchia, RAGUSA IBLA ... la città bassa; dicono che sia uno dei centri più civili dell’intera regione e ci sono ancora i negozi dei barbieri dove gli uomini si fanno i baffi e chiacchierano, i vecchi circoli dove si discute di politica e ci si augura che la città sia sempre più linda. Arrivati a Ragusa Ibla, i circoli li vediamo: il circolo San Giorgio del 1911, il Circolo di Conversazione, il Teatro Arezzo il Circolo Cattolico ecc.
RAGUSA IBLA, patrimonio dell' Unesco, è fatta di scorci panoramici sui tetti, perché la Sicilia barocca è tetti su tetti, vicoli e piazzette.
Ibla, contenitore di 42 chiese, occupa il territorio di Hybla Heraia, insediamento siculo, colonizzato dai greci di Siracusa. Fu dominata dai bizantini, dagli arabi dall’ 848 d.C. e dai normanni che la fecero contea nel 1091 con Goffredo figlio di Ruggero. Con Manfredi Chiaramonte, fu unita alla contea di Modica. Ibla fu distrutta dal terremoto del 1693 e durante la ricostruzione si estese verso la città alta.



I suoi palazzi: Palazzo Bertini, Cosentini e Donnafugata che all’ interno ha una notevole pinacoteca. Ci si ferma davanti al Palazzo Cosentini, i suoi balconi, le sue sculture sardoniche, sbeffeggianti. Qui si vede la fascinosa salita Commendatore che porta alla chiesa dei Cavalieri di Malta.
La chiesa di Santa Maria d’Itria e la chiesa delle Anime del Purgatorio sono barocche e segnano il confine con la città alta. Qui vediamo anche il Palazzo Nicastro, detto della Cancelleria perché ospitò la cancelleria Comunale sino al 1865.
In via Capitano Bocchieri si erge Palazzo La Rocca, edificio settecentesco che ospitava un tempo l’Azienda Provinciale per il Turismo e subito a fianco il famoso in tutto il mondo ristorante "Il Duomo" dello pluri-stellato chef Ciccio Sultano.
Camminando in via del Mercato si arriva al Duomo di San Giorgio, costruita sopra un’alta scalinata dall’architetto Rosario Gagliardi nel 1744. Vedi la palma, il giallo siciliano e ti sembra di partecipare in prima persona alla letteratura che ha vinto i secoli. La facciata è convessa al centro e la cupola fu aggiunta nel 1820.
In piazza Pola si vede la chiesa di San Giuseppe e verso la Villa comunale la chiesa dei Cappuccini Vecchi con i dipinti del Novelli. Della chiesa di San Giorgio, accanto al giardino pubblico, rimane il bellissimo portale gotico-catalano.
Verso via Chiaramonte vediamo la chiesa di San Francesco all’Immacolata: al terremoto ha resistito il portale gotico. La chiesa di San Tommaso ha un prospetto severo e il fonte battesimale in solenne pietra asfaltica è di Vincenzo de Blundo.
La villa di Ibla è un viale di palme, con vasi ricavati dai sassi ragusani, le chiese di San Vincenzo Ferreri, dalla cella campanaria arricchita con ceramiche policrome, San Giacomo e la Chiesa dei Cappuccini dove si conserva il trittico di Pietro Novelli.
Prima di allontanarsi da Ibla si può mangiare nel suddetto elegante ristorante Il Duomo o presso la Locanda di Don Serafino: chiedete, li conoscono tutti. Se preferite la cucina spartana, c'è poi La Rusticana, famosa trattoria di cucina semplice e spesso set cinematografico dei pasti del Commissario Montalbano.



Tutt’ attorno poi una campagna macchiata di carrubi, con qualche vecchia masseria o una villa d’epoca isolata. E balle di fieno, i buoi ragusani, i muri a secco di pietra bianca dei vecchi e nuovi tagliapietre che vanno a scuola di scalpellino: tutto ha contribuito a fare di Ragusa patrimonio dell’Unesco.



A Ragusa Ibla c’è un’Università di Lingue Orientali in cui si studiano l’arabo, il russo, e il giapponese. E le case con gli orti, che sono anche giardini per il viandante...non si può non scoprire colori, luce, odori e sapori di Sicilia tutti insieme in un unico posto: RAGUSA IBLA.


Tariffe
Tariffa Standard
A Notte Giorno d'ingresso Giorno d'uscita
50€ Qualsiasi Qualsiasi

Questa proprietà ancora non è stata valutata.
Puoi essere tu il primo a valutarla!