Splendido Appartamento Con Ampia Terrazza Vicinoallespiagge

Trapani

 -  Centro a 2.5 km APPARTAMENTO  -  (3)

Verifica Prezzo e Disponibilità


Attendere...
GIUSEPPE C.

GIUSEPPE C.

Iscritto da:
Aprile 2013
  • Lingue:
  • Tasso di Risposta: 88%
  • Velocità di Risposta: entro due giorni
Affitta in sicurezza

Prenota la tua vacanza in sicurezza. Segui i nostri consigli ed evita le truffe.Scopri di più

Ecco come trovare la tua casa vacanze in completa serenità
Le 6 regole d'oro per evitare le truffe
  • Verifica il prezzo

    Diffida di alloggi con prezzo molto basso e fotografie spettacolari. Bisogna essere realisti e confrontare i prezzi di immobili simili per essere sicuri che il prezzo indicato sia "giusto" e proporzionato.

  • Verifica l'indirizzo

    Verifica che i dati inseriti nell’inserzione siano corretti. Chiedi l’indirizzo esatto della struttura e verifica l’effettiva collocazione della casa e la corrispondenza delle foto dell'esterno con Street View di Google Maps.

  • Verifica i dati dell'inserzionista

    Contatta l’inserzionista, anche telefonicamente, per risolvere tutte le tue curiosità e avere ulteriori dettagli. Se hai ancora dubbi fai una ricerca sul web utilizzando i dati che ti ha fornito.

  • I proprietari di fiducia sono con noi da tempo

    Controlla la data di iscrizione dell’inserzionista al sito (trovi mese e anno nella pagina dell'annuncio): inserzionisti più “anziani” garantiscono una sicurezza maggiore (altrimenti sarebbero già stati bloccati).

  • Modalità di pagamento più sicure

    Il bonifico bancario è più sicuro poiché si ha traccia di tutta la transazione. Diffida se ti chiede di fare il pagamento su Postepay, Cartalis, Western Union, MoneyGram, o altre carte prepagate.

  • Richiedi al proprietario un documento di conferma

    Chiedi al proprietario un contratto firmato. Non dare nulla per scontato e metti per iscritto tutte le condizioni concordate: prezzo, caparra, politiche di cancellazione, depositi cauzionali, spese extra e così via.

Conserva tutta la corrispondenza per posta elettronica e messaggi.
Se hai dubbi o c'è qualcosa che ti insospettisce anche dopo aver seguito le accortezze riportate qui sopra segnalacelo scrivendo a info@casevacanza.it.
SEI STATO VITTIMA DI UNA TRUFFA ONLINE?
Sporgi immediata denuncia alla polizia postale
https://www.denunceviaweb.poliziadistato.it/polposta/wfintro.aspx
  • Riferimento
    1354091
  • Tipologia
    Appartamento
  • Superficie (m²)
    50

  • Occupanti
    3
  • Letti Doppi
    2
  • Camere letto
    1
  • Locali
    3
  • Bagni
    1
Dettagli

Servizi
  • Aria Condizionata
  • Cucina
  • Giardino
  • Lavatrice
  • Parcheggio
  • Terrazza / Balcone
  • TV

Caratteristiche
  • Adatto ad anziani
  • Per famiglie e bambini
VISUALIZZA LUOGHI DI INTERESSE

Descrizione SPLENDIDO APPARTAMENTO CON AMPIA TERRAZZA VICINOALLESPIAGGE

OTTIMA UBICAZIONE GEOGRAFICA , AL CENTRO DELLA PROVINCIA , OTTIMO PER CHI' VUOLE CONIUGARE UNA VACANZA DI SOLE MARE CULTURA E RELAX.
TUTTO IN UNA SETTIMANA , AL CENTRO DELLA CITTA , E' LA STRUTTURA PERFETTA PERCHI VUOLE SOGGIORNARE NELLA NOSTRA STUPENDA TERRA , CONIUGANDO UNA VACANZA RICCA DI MARE STORIA ARTE E CULTURA , SPIAGGIE FANTASTICHE A POCHE CENTINAIA DI METRI , VI ASPETTIAMO!!!!!!!!!!!
STILE CLASSE ED ELEGANZA ANCHE IN VACANZA.
STRUTTURA DI LIVELLO ECCELlENTE CURATA E RIFINITA IN OGNI PICCOLO PARTICOLARE NULLA E' LASCIATO AL CASO,LA STRUTTURA E' COMPLETA DI OGNI COMFORT DI ALTO LIVELLO,
AL LORO ARRIVO GLI OSPITI SARANNO ACCOLTI CON UN BRINDISI DI BENVENUTO E UN DOLCE TIPICO,DA DEGUSTARE SULLA SPLENDIDA TERRAZZA CONTORNATA DA PIANTE AROMATICHE DAL QUALE PRENDE IL NOME LA STRUTTURA E RICCA DI PIANTE AUTOCTONE,CON UNO SCENARIO UNICO E SUGGESTIVO ,DA UN LATO UNO SCORCIO SU MONTE ERICE,E DALL'ALTRO UNA SPLENDIDA VISTA SULLA AFFASCINANTE CITTA' DI TRAPANI,GIA' DA SUBITO SARETE IMMERSI IN UNA ESPERIENZA SENSORIALE ED EMOZIONALE UNICA NEL PROPRIO GENERE CHE FARA' DELLA VOSTRA VACANZA UNA POESIA DI RICORDI INDIMENTICABILI.
E' PROPRIO LA TERRAZZA DI OLTRE 80MQ AD USO ESCLUSIVO IL FIORE AL'OCCHIELLO DELLA STRUTTURA,POTRETE PRANZARE O CENARE IN TERRAZZA IMMERSI NEL VERDE, FARE DELLE SPLENDIDE GRIGLIATE O PIU' SEMPLICEMENTE PRENDERE COMODAMENTE IL SOLE SU DEI LETTINI IN UN'AREA RELAX IN TOTALE PRIVACY E SPENSIERATEZZA.
ALL'ARRIVO VI SARA' CONSEGNATA UNA SCHEDA MAGNETICA CHE VI CONSENTIRA' L'ACCESSO ALLA STRUTTURA,CON LA STESSA ATTIVERETE L'IMPIANTO ELLETTRICO,LASTRUTTURA E' TUTTA CLIMATIZZATA IN MANIERA OTTIMA, LA CUCINA E' RICCA DI OGNI UTENSILE,UN FORNO A MICRO ONDE,E UN FORNO ELETTRICO,COME DALLE FOTO,NELLA SALA DA BAGNO E' DISPONIBILE UN PHON AUTOMATICO A PARETE , E' DISPONIBILE UNA CASSETTA DI PRONTO SOCCORSO E UN ESTINTORE E PROPRIO PERCHE' NON TRASCURIAMO I PARTICOLARI E' PRESENTE ANCHE UN KIT DA CUCITO PER LE PICCOLE RIPARAZIONI. TARIFFE SCONTATE IN BASE AL PERIODO DI PERMANENZA.TARIFFE SCONTATE GIUGNO , ULTIME DISPONIBILITA' AFFRETTATEVI , VI ASPETTIAMO !!!
MASSIMA DISPONIBILITA' AFFINCHE' IL VOSTRO SOGGIORNO POSSA ESSERE VISSUTO DA VOI IN TOTALE SPENSIERATEZZA.
TANTI EVENTI VI ASPETTANO,DAL COUS COUS DAY ALLE TANTE SERATE CANORE CHE ALLIETANO IL FANTASTICO CENTRO STORICO DI TRAPANI .
VI ASPETTIAMO
DA NON PERDERE NEL MESE DI LUGLIO E AGOSTO IL FANTASTICO SPETTACOLO DELL'ESTRAZIONE DEL SALE PRESSO LE SALINE DI TRAPANI E MOTHIA , DALL'ALBA AL TRAMONTO .
SEMPRE TRA IL MESE DI LUGLIO E AGOSTO LA NOSTRA PROVINCIA TUTTA VIENEAGLIETATA DA UNA SERIE INFINITA DI SAGRE DI PAESE CHE CULMINANO NELL'EVENTO DI IMPORTANZA E RISALTO MONDIALE
IL COUS COUS FEST CHE SI TIENE A SAN VITO LO CAPO LA TERZA SETTIMANA DI SETTEMBRE CIRCA.
OTTIME OFFERTE PER SETTEMBRE E OTTOBRE , PERIODI MENO COSTOSI E PIU' TRANQUILLI PER POTER VISITARE TUTTA LA PROVINCIA , NON DOVENDOSI STRESSARE PER IL TRAFFICO O FILE CHILOMETRICE AD ESEMPIO PER RAGGIUNGERE SAN VITO LO CAPO O LA RISERVA DELLO ZINGARO .
OTTIMO PERIODO PURE PER VISITARE LE ISOLE EGADI POTENDO SCEGLIERE TRA LE TANTE CORSE GIORNALIERE SIA PER I TRAGHETTI CHE PER GLI ALISCAFI , O POTER VISITARE L'INCANTEVOLE PAESINO MEDIOEVALE DI ERICE VETTA òPOTENDO USUFRUIRE DELLA FUNIVIA CHE E' APERTA FINO ALLA FINE DI OTTOBRE.
Appuntamenti da non perdere: Festa di San Vito a Giugno con il cous-Cous festival-Preview, Festival degli aquiloni a Maggio, Cous-Cous Festival a settembre e 'Tempo di capuna' "
LA STRUTTURA ,SORGE IN UNA POSIZIONE ECCELENTE,VICINO A SPIAGGIE FANTASTICHE DI SABBIA E SPLENDITE SCOGLIERE RICCHE DI MACCHIA MEDITERANEA,NELLE VICINANZE MOLTEPLICI SONO LE POSSIBILITA' DI ATTIVITA' ED ESCURSIONI DI OGNI TIPO E GENERE,SPORT ACQUATICI ,GINNICI,EQUITAZIONE RAMPICATE,PERCORSI IN BICI , ESCURSIONI IN QUAD , SLENDIDE E INDIMENTICABILI PASSEGGIATE ALL'INTERNO DELLA RISERVA NATURALE DELLO ZINGARO, DIVERSI RISTORANTI TIPICI E CARATERISTICI SORGONO NELLE VICINANZE DELLA STRUTTURA,INSOMMA E PROPRIO LA STRUTTURA ADATTA A VOI, CONTESTO GEOGRAFICO IDEALE PER CHI VUOLE VISITARE LA PROVINCIA DI TRAPANI,DA SAN VITO LO CAPO,SPLENDIDO BORGO MARINARO RINOMATO PER LA SUA SPIAGGIA,TUTTA LA COSTA BALNEARE FINO A TRAPANI,ERICE E IL SUO INCANTEVOLE PAESINO MEDIEVALE,IL CENTRO STORICO DI TRAPANI, UN MUSEO A CIELO APERTO CON LE SUE INFINITE BELLEZZE NASCOSTE, CHIESE MUSEI E PALAZZI,LA RISERVA DELLE SALINE CON IL SUO SPETTACOLO DELL'ESTRAZIONE DEL SALE IN ESTATE, L'ISOLA DI MOTHIA CON LA RISERVA DELLO STAGNONE DOVE E'POSSIBBILE FARE DELLE INCANTEVOLI E ROMANTICHE GITE IN BATTELLO,MARSALA CON LA SUA STORIA E LE CANTINE CHE ANIMANO CON BRIO LA VIA DEL VINO,CASTELLAMARE DEL GOLFO CON LE SUE SPIAGGIE E IL CASTELLO, IL TUTTO A PORTATA DI MANO.
SEGESTE CON LA SUA AREA ARCHEOLOGICA , LE ISOLE FAVIGNANA LEVANZO E MARETMO , FASCILMENTE RAGGIUNGIBILI DA TRAPANI O DA SAN VITO STESSO CON DELLE ESCURSIONI IN BARCA GIORNALIERE ,



La Processione dei Misteri si svolge a Trapani da circa 400 anni.



Un tempo lunghissimo in cui la Processione dei Misteri ha visto cambiare molte cose: protagonisti, percorsi, maestranze e soprattutto la città attorno, nelle cui vie i gruppi scultorei dei Misteri lentamente si muovono.



Le origini - Il rito dei Misteri, così come lo conosciamo oggi, prese forma nei primi del 1600. Fu opera della “Confraternita religiosa del Preziosissimo Sangue di Cristo e dei Misteri”, poi fusasi con quella di San Michele. La Confraternita “del Preziosissimo Sangue di Cristo e dei Misteri” era già presente in Spagna dalla metà del 1400. Nel 1602 arriva anche a Trapani: siamo nel pieno della dominazione spagnola in Sicilia (durata dal 1412 al 1713).



Nel Medioevo era ovunque pratica molto comune realizzare delle piccole rappresentazioni di carattere “teatrale” per il popolo, per raccontare a chi non sapeva leggere le vicende del Vecchio e Nuovo Testamento.
In particolare, in Spagna, si chiamava “misterio” una rappresentazione drammaturgica, molto diffusa nel Medioevo, che aveva come argomento la Sacra Scrittura.
“Los Misterios” spagnoli erano organizzati dalle Confraternite religiose ed erano piene di angeli, demoni e personaggi divini. Con la dominazione spagnola in Sicilia questi riti arrivarono anche sull’isola. All’inizio del ‘600 però, dopo la morsa restrittiva del Concilio di Trento (), le rappresentazioni interpretate da persone vere furono sostituite da statue: per un ritorno a riti più sobri e aderenti alle Sacre Scritture.



L’affidamento alla maestranze - Gia qualche anno dopo l’istituzione dei Misteri a Trapani, la Confraternita del Preziosissimo Sangue, viste le enormi spese che la Processione dei Misteri richiedeva, cominciò a delegare la custodia e la gestione dei singoli gruppi, che componevano la processione, alle corporazioni artigianali: le cosiddette “maestranze”.



Avere un gruppo in affidamento era, per le maestranze, fonte di un grandissimo prestigio sociale e segno di ricchezza. Le maestranze accompagnavano il proprio gruppo indossando sacco, cappello, cotte e mantello e portando in mano torce accese. Ancora oggi, i vari gruppi sono affidati alle antiche maestranze, rimaste sostanzialmente sempre le stesse, ad eccezione dei mestieri ormai scomparsi.



Il primo gruppo ad essere affidato ad un ceto fu “L’ascesa al Calvario”, nel 1612.



Il Settecento: la realizzazione delle opere - Lungo il XVIII secolo, le sculture usate in origine furono sostituite con quelle usate ancora oggi: pregiate opere di artisti trapanesi realizzate con una tecnica molto particolare a base di legno, tela e colla.
Mario Ciotta scolpì i gruppi che oggi aprono la processione: la Separazione e la Lavanda dei piedi.
Il ceto dei Fornai diede ad Antonio Nolfo, rilevante artista trapanese del tempo, l’incarico di realizzare per loro L’incoronazione di Spine. A lui è attribuito anche il Cristo nell’urna.
I suoi figli, Domenico e Francesco Nolfo, sono gli autori della Caduta al Cedron, la Sentenza, la Spoliazione, la Crocifissione.
Giacomo Tartaglia realizzò il Trasporto al sepolcro mentre a Baldassare Pisciotta si devono i gruppi della Negazione, Gesù nell’orto del Getsemani e Gesù dinnanzi ad Erode.
Di Giuseppe Milanti, famoso scultore trapanese del tempo, è il gruppo Ecce Homo e la statua della Madonna Addolorata.



L’Ottocento - Nei primi dell’800, la processione assunse il suo aspetto attuale: ai cantori si sostituì la banda e le maestranze cominciarono a delegare ai massari, dietro apposito compenso, il trasporto a spalla dei gruppi. E, cosa più importante, furono inseriti nella processione i simulacri del Cristo nell’urna e della Madonna Addolorata.



La seconda guerra mondiale – Il bombardamento su Trapani del 1943 purtroppo colpì la Chiesa di San Michele, dove erano conservati i gruppi dei Misteri e ne rovinò alcuni.
In particolare, furono distrutte la Deposizione, che Leopoldo Messina e Antonio Fodale ricostruirono nel 1951, e la Sollevazione della croce realizzata nel 1956 da Domenico Li Muli.
Dal 1959 i Misteri sono conservati nella chiesa del Purgatorio.



Il 2000 - La processione dei Misteri è sempre stata aperta dai membri della Confraternita di San Michele, con casacca rossa e cappuccio bianco.
Nel 2000, il Vescovo di Trapani ne ha vietato la presenza nella processione dei Misteri. E’ scomparsa così dai Misteri una delle figure più tradizionali, quelli che comunemente venivano chiamati “incappucciati”.
Di origine fenicia, il geografo arabo al-Idrīsī documenta la presenza delle saline già nel periodo della dominazione normanna in Sicilia. Sotto il regno di Federico di Svevia fu istituito il monopolio di Stato sulla produzione del sale, che si protrasse anche durante la dominazione angioina. Furono in seguito gli aragonesi a sancire il ritorno alla proprietà privata, ma fu sotto la corona spagnola che l'attività di produzione del sale raggiunse la sua acme, trasformando il porto di Trapani nel più importante centro europeo di commercio del prezioso elemento. Le saline da Trapani, arrivarono fino alle isole dello Stagnone.



Dal 1861 con l'Unità d'Italia queste saline non furono nazionalizzate, e furono le uniche a superare il monopolio del sale da parte dello Stato, esportandolo in diversi paesi.[2] Dopo la prima guerra mondiale con la concorrenza delle saline industrializzate di Cagliari iniziò la decadenza delle saline trapanesi, accentuata dallo scoppio della Seconda guerra mondiale e dalla concorrenza straniera con il salgemma. Molte delle saline furono dismesse o abbandonate.



Restano i caratteristici mulini a vento, utilizzati nel tempo, per una duplice funzione: alcuni per la macinazione del sale, altri per il pompaggio dell'acqua salata da una vasca all'altra.



Ma dopo la istituzione della Riserva, avvenuta con decreto dell’Assessore al Territorio e Ambiente della Regione siciliana n.257 dell’11 maggio 1995, ed il suo affidamento in gestione al WWF Italia, si è assistito ad un nuovo rilancio delle attività produttive e della lavorazione del sale, da parte della Sosalt, che è il principale produttore, con l'approvazione di interventi di restauro e recupero degli impianti abbandonati. Il sale marino trapanese è oggi inserito nell'elenco dei Prodotti agroalimentari tradizionali siciliani riconosciuti dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, che nell'aprile 2011 ne ha anche riconosciuto la IGP con la denominazione "Sale marino di Trapani".[3]



Nel 2011 le saline di Trapani hanno ottenuto il riconoscimento di zona umida Ramsar, con decreto del ministero dell'Ambiente.[4]
Territorio



La Riserva comprende una fascia costiera estesa quasi mille ettari, suddivisi in zona A di Riserva (707 ha) e zona B di Pre-Riserva (278,75 ha), tra i comuni di Trapani e Paceco.
Gran parte della Riserva è costituito da saline di proprietà privata, in cui viene tuttora praticata la estrazione del sale secondo le tecniche tradizionali in uso da secoli. Di notevole impatto paesaggistico la presenza di numerosi mulini a vento utilizzati per pompare l'acqua tra i bacini.
Al di la di questa valenza etno-antropologica, il sito si caratterizza per il fatto di essere una delle più importanti aree umide costiere della Sicilia occidentale, ambiente di sosta di numerose specie di uccelli migratori.



Sono moltissimi i luoghi di interesse storico-artistico-architettonico che potrete ammirare a Trapani. Ecco una lista dei posti assolutamente imperdibili:



Il complesso dell'Annunziata



Costruito dai Carmelitani il complesso dell'Annunziata comprende l'omonimo Santuario più il principale museo della città, ovvero quello di Pepoli. Per quanto riguarda la costruzione religiosa si tratta di un edificio del 14esimo secolo, caratterizzato da una facciata gotica sovrastata da un bellissimo rosone. Da non perdere la Cappella dei Marinai in tufo, quella dei Pescatori con la cupola affrescata e quella della Madonna, raggiungibile passando sotto a un bellissimo arco di stampo rinascimentale. Sull'altare potrete ammirare la statua di Nino Pisano chiamata "Madonna di Trapani". Proprio vicino al Santuario dell'Annunziata si trova il Museo Pepoli famoso perché ricostruisce il periodo d'oro della storia della città legato alla produzione di coralli e utile per chi volesse riassumere tutta la storia di Trapani, dalla preistoria al 19esimo secolo.



I palazzi



Bellissimo il centro storico di Trapani che rappresenta il nucleo antico e che conserva ancora oggi le caratteristiche tipiche delle cittadine arabe, con le piccole vie intricate. Da non perdere i bellissimi palazzi, come quello Ciambra, chiamato anche palazzo della Giudecca, realizzato nel 16esimo secolo e caratterizzato da uno stile plateresco e situato nel quartiere ebraico; il Palazzo Senatorio (o Cavarretta) con le sue colonne e le sue statue e la sua facciata con i due orologi; i settecenteschi Palazzo Riccio di Morana circondato da statue e il Palazzo Milo che dominanavano l'antica Rua Nova, oggi chiamata via Garibaldi. E ancora Palazzo Fardella di Mokarta, Palazzo Melilli, e Palazzo Berardo Ferro e la sede del Vescovado.



Le chiese



Sempre nel centro storico spiccano interessanti costruzioni religiose: tra tutte spicca la Cattedrale di San Lorenzo, realizzata nel Seicento sopra un preesistente edificio del Trecento. Si tratta di una chiesa barocca che conserva al suo interno alcuni interessanti dipinti fiamminghi. Bella, per il suo portale catalano anche la Chiesa di Santa Maria del Gesù, datata nel Cinquecento. Da non perdere, poi la Chiesa del Collegio, con la sua facciata manieristica realizzata nel corso del Seicento. E ancora la Badia Nuova (S. Maria del Soccorso) con il suo arredo barocco e la Chiesa di Sant'Agostino, che vanta una lunghissima storia: fu infatti edificata dai templari nel 1300 e parzialmente distrutta nel corso della seconda guerra mondiale. Oggi è possibile ancora ammirare il suo rosone e il portale gotico, oltre che la bella fontana dedicata a Saturno che venne realizzata nel 1342 proprio di fronte alla chiesa.



La Torre di Ligny



La Torre di Ligny viene considerata una sorta di simbolo della città perché rappresenta la punta estrema del disegno della falce che la città di Trapani forma. Fu realizzata a scopi difensivi nella seconda metà del Seicento: da qui è possibile ammirare una fantastica vista panoramica sulla città e sulle vicine isole Egadi.



Le vie



Due sono le vie principali di Trapani: si tratta di Via Garibaldi e corso Vittorio Emanuele, un tempo conosciute rispettivamente come Rua Nova e Rua Grande. Si tratte delle più belle arterie viarie di questo centro, caratterizzati da importanti palazzi, negozi, locali.



Biblioteca Fardelliana



Se amate l'arte antica non perdetevi la serie di incisioni (collezione Gatto) ospitata all'interno della Biblioteca Fardelliana.



Erice



A soli tredici chilometri di distanza da Trapani si trova il borgo pittoresco di Erice: un comune medioevale d'immensa bellezza che ha cambiato nome nel 1934 (fino ad allora era conosciuto come Monte San Giuliano) e che deve il suo nome attuale a un personaggio mitologico, Erix, figlio di Afrodite e di Boote, ucciso da Ercole. Dalle mura medioevali al castello normanno, dalle rovine del Tempio della Venere Ericina alla Chiesa Madre dell'Assunta: questo e molto altro sono quello che potrete ammirare a Erice, senza dimenticare le fantastiche viste panoramiche sulla città di Trapani.
Una vacanza in Sicilia tra mare e sapori. Dal 23 al 28 settembre torna il festival dell'integrazione culturale. Da non perdere la Riserva Naturale dello Zingaro
Una festa dedicata all’integrazione culturale: a San Vito lo Capo torna il Cous Cous Fest. Dal 23 al 28 settembre il piccolo paese a nord di Trapani ospiterà l’iniziativa, che ogni anno richiama migliaia di partecipanti e che festeggia la sua edizione numero diciassette. Protagonista dell’evento è il cous cous, piatto ricco di storia ed elemento di sintesi tra culture, simbolo di apertura e contaminazione; momento centrale dell’iniziativa è la gara internazionale alla quale partecipano chef provenienti da tutto il mondo. Cornice dell’evento, anche quest’anno, lo splendido comune che si affaccia sul mare.

La manifestazione, come si legge sul sito dell’evento, «è un’occasione di festa, fatta di sapori, sfide gastronomiche tra grandi chef, momenti di approfondimento e spettacoli che vedono alternarsi sul palco del Cous Cous Fest numerosi artisti di fama internazionale». Naturalmente il suggerimento è di arrivare a San Vito lo Capo qualche giorno prima dell’evento, per godersi il suo clima, le bellezze che lo circondano (su tutte la Riserva naturale dello Zingaro) e la sua spiaggia, che nel 2011 ha ricevuto il riconoscimento di Spiaggia più bella d’Italia dagli utenti di Tripadvisor, piazzandosi in ottava posizione a livello europeo.

San Vito lo Capo è una delle destinazioni più note della Sicilia, ma nonostante questo riesce a mantenere un’atmosfera elegante e rilassata grazie alla preservazione dell’architettura originaria del borgo, con le sue tipiche palazzine bianche cresciute nei secoli intorno alla Chiesa Madre (un tempo una fortezza saracena). Sebbene il culmine delle attività sia nel periodo del Cous Cous Festival, San Vito lo Capo in estate è una meta comunque viva dove è possibile divertirsi fino a notte inoltrata.

Raggiungere San Vito lo Capo da Genova è semplice ed economico, grazie ai voli diretti di Ryanair per Trapani (l’aeroporto Trapani-Birgi dista circa 65 chilometri) e grazie al volo per Palermo di Volotea (il Falcone-Borsellino si trova a circa 90 chilometri da San Vito). Entrambi gli scali sono collegati a San Vito lo Capo con mezzi pubblici; in alternativa si può affittare un’auto e prevedere un viaggio con arrivo a Palermo e ripartenza da Trapani, o viceversa, con soggiorno alla scoperta di San Vito lo Capo, della sua ricca offerta culturale, del suo mare e della sua splendida natura.

Non solo Cous Cous Festival

Fino al 30 agosto San vito lo Capo ospita la rassegna Libri, autori e bouganville, quindicesima edizione di incontri letterari che quest’anno ha tra i suoi ospiti Marco Rizzo, Federico Rampini, Mario Giordano, Oliviero Beha e Pierluigi Battista. Tutte le informazioni e il calendario del festival sono sul sito A ottobre invece si svolge il San Vito Climbing Festival, un festival internazionale per arrampicatori che potranno mettere alla prova le loro capacità sulle montagne circostanti.

La Riserva dello Zingaro

Mare, relax, divertimento, ma anche natura. A pochi chilometri da San Vito, lungo la costa che porta a Scopello e ai suoi Faraglioni, sorge la Riserva Naturale dello Zingaro: sette chilometri di costa incontaminata disseminata di splendide calette che spaziano dalle spiaggette sabbiose agli scogli a picco sul mare..................




Siamo convezionati con due ristoranti, possibilità di noleggio auto, transfert da e per aeroporto, impianto funicolare per Erice, porto.
Possibilita' di organizzare escursioni consocieta' esterne , alle saline di Trapani , alla riserva e al museo del sale con pranzo incluso , a Palermo e Monreale con la sua stupenda cattedrale , a Segesta , Agrigento con la valle de Templi e tanto altro ancora ..............................................................
Principali distanze dalla nostra struttura
3km dal centro di Trapani e dal suo porto da dove potrete imbarcarvi per le isole Egadi
950 metri dalle spiagge sia libere (gratuite) che attrezzate
350 metri dall'impianto funicolare per Erice
15 km dall'aeroporto di Trapani Birgi/Vincenzo Florio
20 km da Mothia
30 km da Segesta
33 km da San Vito lo Capo e la sua splendida spiaggia
15 km dalla baia di Cornino.....


Consigli e attività

LA STRUTTURA ,SORGE IN UNA POSIZIONE ECCELENTE,VICINO A SPIAGGIE FANTASTICHE DI SABBIA E SPENDITE SCOGLIERE RICCHE DI MACCHIA MEDITERANEA,NELLE VICINANZE MOLTEPLICI SONO LE POSSIBILITA' DI ATTIVITA' ED ESCURSIONI DI OGNI TIPO E GENERE,SPORT ACQUATICI ,GINNICI,RAMPICATE,PERCORSI IN BICI ALL'INTERNO DEL PARCO DEL MONTE ERICE , DIVERSI RISTORANTI TIPICI E CARATERISTICI SORGONO NELLE VICINANZE DELLA STRUTTURA,INSOMMA E PROPRIO LA STRUTTURA ADATTA A VOI, CONTESTO GEOGRAFICO IDEALE PER CHI VUOLE VISITARE LA PROVINCIA DI TRAPANI,DA SAN VITO LO CAPO,SPLENDIDO BORGO MARINARO RINOMATO PER LA SUA SPIAGGIA,TUTTA LA COSTA BALNEARE FINO A TRAPANI,ERICE E IL SUO INCANTEVOLE PAESINO MEDIEVALE,IL CENTRO STORICO DI TRAPANI, UN MUSEO A CIELO APERTO CON LE SUE INFINITE BELLEZZE NASCOSTE, CHIESE MUSEI E PALAZZI,LA RISERVA DELLE SALINE CON IL SUO SPETTACOLO DELL'ESTRAZIONE DEL SALE IN ESTATE, L'ISOLA DI MOTHIA CON LA RISERVA DELLO STAGNONE DOVE E'POSSIBBILE FARE DELLE INCANTEVOLI E ROMANTICHE GITE IN BATTELLO,MARSALA CON LA SUA STORIA E LE CANTINE CHE ANIMANO CON BRIO LA VIA DEL VINO,CASTELLAMARE DEL GOLFO CON LE SUE SPIAGGIE E IL CASTELLO, IL TUTTO A PORTATA DI MANO. "Trapani porto di imbarco per le compagnie MSC e COSTA possibilità di soggiorni anche per una sola notte con servizio transfert incluso e gratuito da e per il porto" .


Tariffe
Tariffa Standard
A Notte Giorno d'ingresso Giorno d'uscita
40€ Qualsiasi Qualsiasi

Tariffe Stagionali o Speciali
Da A A Notte A Settimana Giorno d'ingresso Giorno d'uscita Permanenza minima
07/07/18 28/07/18 50€ 340€ Qualsiasi Qualsiasi 3
29/07/18 11/08/18 60€ 410€ Qualsiasi Qualsiasi 4
12/08/18 25/08/18 80€ 530€ Qualsiasi Qualsiasi 6
26/08/18 08/09/18 60€ 400€ Qualsiasi Qualsiasi 3
09/09/18 29/09/18 50€ 340€ Qualsiasi Qualsiasi 3
30/09/18 20/04/19 40€ 270€ Qualsiasi Qualsiasi 3

5
3
Qualitá
Ubicazione
Pulizia
Comfort
Decorazione
Registrati per telefonare al proprietario