Il Tuo Rifugio Di Charme

Saint-Rhémy-en-Bosses

 -  Centro a 0 m APPARTAMENTO  -  (18)   Affidabilità Top

Verifica Prezzo e Disponibilità


Pagamento con Visa, MasterCard o PostePay

Prenota Sicuro con la Garanzia Antitruffa

Attendere...
157 persone hanno visto questo annuncio nell'ultima settimana. Prenota Ora!
nunzia V.

nunzia V.

Iscritto da:
Dicembre 2016
  • Lingue:
  • Tasso di Risposta: 100%
  • Velocità di Risposta: entro un'ora
  Prenotando online su CaseVacanza.it sei al sicuro!
  • Come funziona la prenotazione online?

    Con la prenotazione online si può prenotare un alloggio, effettuando con carta di credito il pagamento dell'anticipo direttamente sul sito. Questo pagamento è sicuro e coperto da Garanzia Antifrode.

  • Cos’è la Garanzia Antifrode?

    L'importo che hai pagato online, in fase di prenotazione, è al sicuro. Solo in seguito al tuo check-in i soldi verranno versati al proprietario. Quindi, in caso di frode e/o annullamento entro i termini, la somma ti verrà restituita.

  • Come prenoto in totale sicurezza?

    Per essere garantito devi effettuare il pagamento direttamente sul nostro sito, tramite la nostra piattaforma di prenotazione. Non possiamo proteggere pagamenti effettuati offline, al di fuori dei nostri sistemi.

  • Se non posso entrare nell’alloggio?

    Dovrai contattarci entro le 24 ore successive alla data del check-in indicata nella conferma di prenotazione. In caso di alloggio non esistente o non accessibile, ti verranno restituiti i soldi anticipati online.

Se il proprietario ti invita a fare il pagamento fuori dalla piattaforma,
prima della conferma della prenotazione, segnalacelo.
Per dubbi o domande puoi scriverci a info@casevacanza.it o chiamaci al (+39)02/37058201
  • Riferimento
    2276856
  • Tipologia
    Appartamento
  • Superficie (m²)
    45

  • Occupanti
    3
  • Letti Doppi
    1
  • Letti Singoli
    1
  • Camere letto
    1
  • Locali
    1
  • Bagni
    1
Dettagli

Servizi
  • Camino
  • Cucina
  • Internet
  • Terrazza / Balcone
  • TV

Caratteristiche
  • Adatto ad anziani
  • Per famiglie e bambini
VISUALIZZA LUOGHI DI INTERESSE
Descrizione

wi fi gratuita



Delizioso monolocale ricavato all'interno di un vecchio fienile (rascard) valdostano. L'attento restauro conservativo, cui è stato oggetto, gli regala un’atmosfera d’altri tempi che coglie immediatamente l’ospite al suo arrivo.
Le spesse pareti in pietra locale, i soffitti con travi a vista, il pavimento in larice spazzolato, nonchè gli arredi scelti con molta cura, ne esaltano la naturale rusticità ed eleganza.
La vicinanza agli impianti di risalita di Crevacol (raggiungibili tranquillamente a piedi, per giorni e orari apertura consultare il sito degli impianti) e agli innumerevoli sentieri della zona, ne fanno un luogo di vacanza unico nel suo genere.
L’immobile, inoltre, dista pochi minuti in auto dal parco giochi sulla neve di Flassin adatto a bimbi e famiglie e solo 20 minuti in auto dalla fantastica città di Aosta.




ORARIO CHECK IN: DA CONCORDARE CON LA PROPRIETA', MAI DOPO LE 20.00
ORARIO CHECK OUT: ENTRO LE ORE 12.00
POSTO AUTO PUBBLICO A MENO DI 50 METRI DA CASA E VISIBILE DALL'APPARTAMENTO.
A disposizione dell'ospite: cucina a vista fatta a mano dai proprietari con piano induzione, frigorifero, microonde e necessario per preparare la prima colazione.
Divano letto due posti
Letto singolo
Stufa a pellet (stagione invernale: 5 euro al giorno per riscaldamento)
Pentole e piatti
Tovaglia
Libri e giochi in scatola
Tessile letto è da portare: in casa vi è copri materasso igienico ( da usare sempre!), ciuscini e coperte. Portarsi lenzuola con angolo, lenzuola e federe .
Da portare tessile bagno



PRIMAVERA ESTATE:
ESCURSIONI CONSIGLIATE:
VIA FRANCIGENA/COLLE DEL GRAN SAN BERNARDO
ESCURSIONE VERSO IL COL SERENA
(il monte che vedete dalla finestra nord di le petit cadeau)
DA VEDERE ASSOLUTAMENTE IL BORGO VECCHIO DI SAINT RHEMY (in auto in 5 minuti, in passeggiata 20 minuti)
ESCURSIONE RIFUGIO FRASSATI
Infine AOSTA che dista in auto 20 minuti



Per mangiare:
Se vi fermate a mangiare al Ristorante Arp de Jeu, dite che siete ospiti di NUnzia a Le petit Cadeau ed Erika vi farà sconto del 10%.
Loc. Arp du Jeu, 3
11010 SAINT RHEMY EN BOSSES (AO)



Consigliamo anche la cucina del Ristorante Du Lac su al Passo del Gran San Bernardo e La Prosciutteria Sous Le Pont de Bosses giù alla Stazione di Servizio Agip.



A Etroubles consigliamo la trattoria ristorante Le Bourge Vieux.



AOSTA CITTA' E' SEMPRE RICCA DI EVENTI, BELLISSIMO IL CENTRO STORICO, DI EPOCA ROMANA.
VISITA LA PAGINA DI AOSTA E PRENOTATI IL TUO EVENTO.



per affitti mensili sconto del 50%
per chi affitta due week end consecutivi sconto 10% ( il secondo week end lo si blocca con tariffa scontata)
per chi affitta quattro week end consecutivi sconto del 20% ( i week end successivi al primo si bloccano con tariffa scontata)



Spese di pulizia finali obbligatorie € 30 (lavaggio stoviglie a carico dell'ospite)
Classe energetica F IPE 495.9




Consigli e attività

A piedi: Gli impianti di risalita di Crevacol sono raggiungibili tranquillamente anche a piedi con una passeggiata di circa 10 minuti.
In auto: Il parco giochi sulla neve di Flassin è raggiungibile in meno di cinque minuti in auto.
Da visitare:
Il Passo del Gran San Bernardo e l’omonico ospizio, distanti in auto una decina di minuti
Etroubles: Comune fiorito 2012
Il paesino di Etroubles, distante una decina di minuti in auto, nel 2012 ha vinto il primo premio come "Comune fiorito" nella categoria Comuni fino a 3.000 abitanti e si è candidato a rappresentare l'Italia al Concorso Europeo "Entente Florale" del 2013
Il paese di Hone e il suo forte (Fort de bard)
Il Forte di Bard, rimasto pressoché intatto dal momento della sua costruzione, rappresenta uno dei migliori esempi di fortezza di sbarramento di primo Ottocento.
AOSTA



Aosta: dista in auto circa 20 minuti.
« Ero così felice di ammirare questi bei paesaggi e l’arco di trionfo di Aosta
che avevo un unico desiderio da esprimere
che la vita durasse per sempre. »
[Stendhal]



AOSTA ROMANA:
Arco di Augusto
Come scoprirete passeggiando con noi, Aosta conserva straordinari resti del suo passato romano. Provenendo dall’autostrada A5 (direzione Torino > Traforo del Monte Bianco), seguite le indicazioni per Aosta Centro.
La prima testimonianza romana in cui vi imbatterete sarà l’imponente Arco di Augusto, costruito nel 25 a.C. L’arco sta quasi a guardia del centro storico, interamente pedonale. In prossimità dell’arco si trova anche un comodo parcheggio (tariffe nella media), in cui potete lasciare la macchina per proseguire a piedi.



La Porta Pretoria
Lasciatevi alle spalle Piazza Arco d’Augusto e imboccate via Sant’Alselmo. Vi sembrerà di essere capitati tra i vicoli di un borgo umbro o toscano: pavimentazione lastricata, botteghe artigiane… Ma i nomi in francese vi ricordano di essere da tutt’altra parte!
Percorsi circa 400 m, vi imbatterete nella sorprendente Porta Pretoria, ingresso orientale dell’antica città romana. Personalmente, non avevo mai visto nulla di simile, e dire che ne ho visitate di città romane. Ma non fatevi distrarre da troppa bellezza: percorrete la passerella che attraversa i due archi e proseguite la passeggiata con noi!
Piazza Émile Chanoux
In pochi passi saremo nella piazza centrale di Aosta, Piazza Émile Chanoux. Ha una bella forma e si respira un’atmosfera un po’ torinese, cosa che me l’ha fatta piacere più di tutte. Qui sorge l’Hôtel de Ville, cioè il municipio, un solenne edificio in stile neoclassico. Quando l’abbiamo attraversata, la piazza si stava riempiendo di studenti appena usciti da scuola e questo rendeva il tutto particolarmente festoso.
a Cattedrale di Aosta
Niente di meglio che quattro passi per digerire. Alle spalle di Piazza Émile Chanoux si trova la Cattedrale di Santa Maria Assunta e San Giovanni Battista. L’edificio ha non uno, bensì due campanili romanici e si impone all’attenzione per la facciata massiccia. Purtroppo lo abbiamo trovato chiuso, ma magari voi sarete più fortunati.
Il criptoportico forense
Questo luogo, dal nome per l’appunto un po’ criptico, è la cosa che ho preferito di Aosta. Si trova a pochi passi dalla Cattedrale, nell’area dell’antico foro romano. Il criptoportico è un edificio seminterrato costituito da un doppio corridoio con volte a botte: circondava l’area sacra del foro, all’interno della quale sorgevano due templi. L’ingresso è libero: basta scendere una scala che s’immerge nelle viscere della terra e percorrere i due porticati illuminati da soffusa luce arancione. Una musica suggestiva si spande nell’aria e l’opus reticulatum vi fa capire quanto siete scesi indietro nel tempo. Memorabile.
Il teatro romano
Non potete lasciare Aosta senza una visita al teatro romano, un sito che vi lascerà davvero a bocca aperta. Che aspettate? Seguiteci! La sola facciata rimasta in piedi, coi suoi tre ordini di arcate sovrapposte, dà l’idea di quanto il teatro dovesse essere imponente. Potrei annoiarvi con una serie di confusi dati architettonici, ma preferisco invitarvi a guardare. Aprite bene gli occhi e lasciatevi entrare la vista delle montagne innevate che fa da sfondo al teatro. Sentite quanto tutto ciò è grande, antico, solenne, come vi spalanca il cuore.



La via Francigena coi suoi pellegrini passa da Saint Remy en Bosses:



Percorrere a piedi le tappe della Via Francigena, una delle più importanti vie dell'antichità, significa camminare tra borghi antichi e splendidi castelli, suggestive chiese e importanti vestigia dell’epoca romana, sempre circondati dal profilo delle Alpi.
Lungo il percorso si incontrano anche numerose zone di coltura di vigneti pregiati e località celebri per i prodotti DOP come il prosciutto di Bosses e il lardo di Arnad.
Il percorso si articola in cinque tappe e ha inizio al Colle del Gran San Bernardo, a 2.450 metri di altitudine, in territorio svizzero; il cammino scende lungo la vallata omonima verso Aosta (580 m), capoluogo della regione e cittadina ricca di storia e di testimonianze del passato, e procede poi lungo la valle centrale fino a Pont-Saint-Martin dove esce dalla Valle d'Aosta e prosegue in Piemonte.
La via Francigena fu una delle strade più importanti per l'Italia del Medioevo, in quanto era il collegamento tra le regioni transalpine e Roma. Moltitudini di pellegrini di diverse lingue, paesi, censo e cultura la attraversarono a partire dall'XI secolo, facendone un importante luogo di incontro e di scambio culturale.
Il colle del Gran San Bernardo: la porta del gigante.
Se si osserva la carta geografica, la lunga catena delle Alpi sembra dividere l’Europa in due, da est ad ovest. Attraverso questa catena si aprono delle porte di comunicazione che mettono in relazione i popoli del sud e quelli del nord. Il Gran San Bernardo è una di queste porte: per lungo tempo fu una delle principali e una delle più anticamente conosciute. Situato a 2472 metri di altitudine, il colle è dominato a nord dalla Chenalette, a sud dal Mont Mort, ad occidente dal Pain de Sucre.
Il valico, a causa della sua posizione, è esposto a venti quasi incessanti e ad una temperatura che oscilla tra un minimo di -30°C ed un massimo di +19°C. La caduta di neve annuale raggiunge, e a volte supera, i venti metri..
Nel 1045, ad opera di San Bernardo di Mentone, si costruì sul colle un Ospizio gestito da una congregazione di canonici regolari, allo scopo di ricoverare, assistere e proteggere i numerosi viaggiatori, tra i quali i pellegrini che percorrevano la Via Francigena.
A partire almeno dal XVI secolo, i canonici dell’ospizio allevavano grossi cani molossoidi, per la guardia e protezione dell’Ospizio, ma anche per numerosi altri impieghi. L’utilizzo che li rese celebri nel mondo fu quello di ausiliari dei canonici nel tracciare la pista nella neve fresca, prevedere la caduta di valanghe, e ritrovare i viaggiatori dispersi col maltempo, o addirittura sepolti dalle slavine. A partire dall’800, da questi cani si selezionò la razza oggi nota come Cane di San Bernardo.
Nel 1892 la strada carrozzabile attuale fu aperta sul versante svizzero e, solamente nel 1905, su quello italiano.
Al colle si può godere della vista di un piccolo lago, gelato fino a primavera inoltrata, e di panorami mozzafiato sulle montagne circostanti. La zona è meta di itinerari di scialpinismo grazie all’innevamento presente fino all’inizio di giugno.
Se si dovessero citare tutti i personaggi che hanno segnato con l’impronta dei loro passi questo storico colle, se ne incontrerebbero nel corso di ogni secolo. Il passaggio più spettacolare rimane comunque quello di Napoleone che, con la sua armata di 40.000 uomini e 5.000 cavalli, 50 cannoni e 8 obici, attraversò il valico nel 1800. Il transito dell’artiglieria presentò molte difficoltà e occorsero otto giorni perchè l’intera armata passasse.
La strada del colle oggigiorno è transitabile da metà giugno a metà ottobre.




Norme della casa

NO SMOKE-PARTY
GLI ANIMALI, QUALORA AMMESSI, NON DEVONO SALIRE SUI LETTI
EVENT. DANNI RIMBORSO AL CHECKOUT
OBBLIGO L'USO DEL COPRIMATERASSO GIA' PRESENTE
CHECK OUT LIBERARE LA CASA DAI RIFIUTI E LAVARSI I PIATTI.
WI FI GRATIS
POSTO AUTO PUBBL.


5
18
Qualitá
Ubicazione
Pulizia
Comfort
Decorazione
Registrati per telefonare al proprietario